Frana a Puntale Arena. Amato valuta la realizzazione di una bretella di collegamento alternativa

puntalearenaAl via gli interventi a Puntale Arena per “liberare” i circa 500 residenti dalla frana che, da più di 24 ore, li ha isolati. Lo smottamento ha colpito anche via Carrai. Nuovo sopralluogo questa mattina del dirigente comunale alle Urbanizzazioni, Antonio Amato, che controllerà le opere di realizzazione di una “bretella” di collegamento sostitutiva. Lavori che dovrebbero concludersi a inizio della prossima settimana, tempo permettendo. Ieri pomeriggio Amato ha predisposto gli atti per l’affidamento delle opere di somma urgenza alla ditta Ricciardello, la stessa che sta ultimando gli svincoli di Giostra-Annunziata. L’impresa, già questa mattina, ha portato in zona mezzi e materiale. La strada non è transitabile. «La via interrotta — risponde il dirigente — era già molto ristretta prima del dissesto. Avevamo pronto da più di un anno il progetto per realizzare un passaggio alternativo ma la presenza di una casa abusiva da demolire, nonostante due ordinanze dell’amministrazione, non ha permesso al Comune di portare avanti la prima fase del progetto generale che avrebbe sicuramente migliorato la viabilità e la sicurezza». I soldi, circa 200mila euro, sono disponibili ma la casa abusiva è abitata e, secondo quanto riferito, non è stato possibile abbatterla per non mettere in strada la famiglia. L’abitazione si trova a monte della via Puntale Arena e il collegamento con la via San Corrado al villaggio Gravitelli è impedito proprio dalla costruzione abusiva. Ieri contro il Comune e i mancati interventi già richiesti in passato si erano scagliati i consiglieri Nicola Cucinotta e Mimmo Guerrera, il consiglio del IV Quartiere e il deputato regionale Nino Germanà.

@Acaffo 

(47)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *