cateno de luca e salvatore sorbello

Piano di riequilibrio e «somme che non dovevano essere inserite». Sorbello: «De Luca sta delirando»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Sembrava essere passata inosservata la dichiarazione del Sindaco di Messina Cateno De Luca, che ieri – martedì 1° febbraio – parlando del piano di riequilibrio, della rimodulazione dello stesso e della «città salva dal dissesto finanziario» si era rivolto ai membri del Consiglio Comunale con fare ironico; «adesso vi aspetto al passo e se non approvate il nuovo piano di riequilibrio sareste voi, Consiglieri, a portare Messina al dissesto». Nessuno dei componenti dell’Aula consiliare aveva ancora replicato, fino ad adesso; a farlo è Salvatore Sorbello proprio durante la discussione in Consiglio in merito all’approvazione di alcune delibere di debiti fuori bilancio.

«Il Sindaco – dice al microfono il Consigliere Sorbello – oggi ha fatto una dichiarazione che dice “Ho inserito una serie di somme che non dovevano essere inserite; perché dovevo apparire agli occhi dei creditori e anche del Consiglio comunale come un Comune che stava per dichiarare il dissesto“. Io credo – aggiunge Sorbello – che questa sia un’affermazione gravissima, che il Sindaco di Messina deve spiegare: mi aspettavo che ci fosse la segretaria generale per rispondere alle dichiarazioni deliranti del Sindaco.

Mi auguro che siano dettate dalla voglia di protagonismo. Io ho sempre votato, in base al piano di riequilibrio che era stato portato qui dal Sindaco. Che sia detto oggi dal Sindaco credo che sia molto grave. Inoltre, siamo stati accusati dall’Assessore Previti di non aver approvato il bilancio: loro se la cantano e loro se la suonano. Chiedo di far riflettere l’Amministrazione».

Sulla questione interviene anche Libero Gioveni; «da qui al 14 febbraio (giorno in cui il Sindaco De Luca dovrebbe dimettersi dall’incarico, ndr.) non ho intenzione di incontrare un soggetto che ha mentito su un atto così importante e sui conti del Comune. Nessuno di noi, potrebbe considerarlo credibile. Queste dichiarazioni non possono passare in cavalleria. Il Consiglio Comunale – continua Gioveni – deve prendere una posizione».

A questo link la seduta integrale.

(769)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.