Paolo Borsellino, 30 anni dalla strage di via D’Amelio

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Domani saranno trent’anni senza Paolo Borsellino, magistrato ucciso dalla mafia in quella che è passata alla storia come la strage di via D’Amelio; circa due mesi dopo l’uccisione del collega e amico Giovanni Falcone, morto sempre per mano di Cosa Nostra il 23 maggio 1992.

Alle 16:59 del 19 luglio 1992, infatti, una Fiat 126 carica di esplosivo venne fatta saltare in aria in via Mariano D’Amelio a Palermo, causando la morte di Borsellino e di 5 agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.

Trent’anni senza Paolo Borsellino

Nel trentennale della strage, il Centro Studi Paolo e Rita Borsellino organizza l’iniziativa “Coloriamo Via D’Amelio: il 19 luglio per i cittadini di domani. Dedicato a Rita, Paolo, Agostino, Claudio, Emanuela, Vincenzo e Walter”. «La questione educativa – dicono i promotori – assume ancora una volta un’importanza centrale nell’impegno del Centro verso le nuove generazioni, centralità che ha contrassegnato l’intero impegno civile di Rita Borsellino, sorella di Paolo. In questo senso l’educazione rappresenta un investimento sul futuro, frutto di un progetto comprensivo di dimensioni individuali, sociali, culturali e politiche». Come ogni anno le celebrazioni, in ricordo di Paolo Borsellino e della sua scorta, si svolgeranno sotto l’albero di ulivo di Via D’Amelio, con testimonianze, animazione ludica, letture e un intervento artistico di Salvo Piparo, attore e cuntastorie palermitano. La giornata si potrà seguire anche in diretta streaming dalla pagina social del Centro Studi.

Anche la Rai domani dedicherà una programmazione speciale per i trent’anni dalla strage di via D’Amelio, tra le cose da vedere:

  • alle 16:00, su Rai Scuola: “Speciale Educazione Civica. Legalità” con l’ex magistrato Gherardo Colombo e l’ex procuratore Benito Melchionna, Francesca Rispoli dell’associazione Libera, l’avvocato Marina Garrone;
  • alle 18:30, su Rai 5: “Prima della prima. Falcone e Borsellino. L’eredità dei giusti”, una puntata realizzata al teatro Regio di Torino;
  • dalle 20:30, su Rai Storia: “Passato e presente. Le stragi di mafia del ’92”, mentre alle 21:10 “Paolo Borsellino, parole e silenzi”, un racconto attraverso le parole del magistrato nelle interviste alla Rai;
  • alle 21:25, su Rai 1: “Paolo Borsellino, i 57 giorni” con Luca Zingaretti.

Infine, il portale e i social di Rai Cultura propongono lo speciale “Paolo Borsellino, un uomo coraggioso”, che ricostruisce con filmati d’archivio e testimonianze i 57 giorni che intercorrono dall’attentato dell’amico Giovanni Falcone, fino a quella tragica domenica di luglio del 1992. Lo speciale comprende anche un documentario su Emanuela Loi, agente uccisa insieme agli altri quattro colleghi della scorta del magistrato.

(Scivolone da parte della Rai: non sono 40 ma 30 gli anni passati dalla strage di via d’Amelio).

Gli appuntamenti a Messina

Oggi, lunedì 18 luglio, la fiaccolata in memoria del giudice Paolo Borsellino prevista a Messina dalle ore 19.45 alle 21. Il percorso prevede la partenza alle 19.45 dalla chiesa della Calispera, situata all’intersezione tra le vie Marco Polo e Contesse, poi si proseguirà  lungo la via Contesse, si attraverserà via Celi, via Contesse (tratto a monte di via Celi), via Sacra Famiglia. L’arrivo è previsto alle 21 nella chiesa Sacra Famiglia.

Domani, alle 10, l’Aula della Corte di Assise del Palazzo di Giustizia di Messina ospiterà un incontro dal titolo “Il ricordo e la memoria di Paolo Borsellino”. I lavori saranno aperti dai saluti istituzionali del Presidente della Corte d’Appello di Messina, Sebastiano Neri, del Rettore Salvatore Cuzzocrea, del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Messina, Domenico Santoro e del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina, Stello Vadalà.

L’iniziativa è co-organizzata dall’Università di Messina, dall’Associazione Nazionale Magistrati, dall’USR Sicilia VIII e dall’Ordine degli Avvocati di Messina. La diretta dell’evento potrà essere seguita sulle pagine social di UniMe e dell’Ordine degli Avvocati di Messina.

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.