Messina, il consigliere Giandomenico La Fauci: «La città colpevolmente sporca»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

«La pulizia delle strade della nostra città pare non essere una priorità per questa amministrazione», esordisce così il consigliere comunale di Ora Sicilia, Giandomenico La Fauci, facendo riferimento a diverse segnalazioni «riguardanti veri e propri immondezzai a cielo aperto in varie zone di Messina».

In modo particolare, il consigliere La Fauci parla del quartiere di San Michele, «per l’ennesima volta – continua la nota – si registra come i mezzi di Messinaservizi effettuino il trasbordo dei rifiuti senza successivamente ripulire il tratto di strada interessato. Operazione necessaria anche per eliminare il terribile olezzo prodotto. Chi pulisce? Nessuno, così i cittadini che risiedono o transitano devono sopportare sporcizia e fetore».

Il consigliere La Fauci: «Messina è sporca»

Secondo il componente del Consiglio Comunale di Messina, Giandomenico La Fauci; «la situazione di San Michele rappresenta un chiaro esempio delle condizioni della città. Non solo periferiche, ma anche centrali, residenziali e mete dei turisti che ospitiamo quotidianamente. È questo il nostro biglietto da visita? Non basta – e mi dispiace sottolinearlo – vantarsi delle operazioni effettuate dopo i grandi eventi, come, per esempio, la processione della Vara o concerti, se poi la pulizia ordinaria viene tralasciata, o peggio dimenticata.

Infine, devo segnalare un altro disservizio inaccettabile: sempre a San Michele – ma purtroppo anche in altre zone – a seguito di alcuni lavori dell’Amam non è stato ripristinato in maniera consona e definitiva il manto stradale. Perché Messina deve sopportare che le proprie strade siano rattoppate e mai davvero in ordine? Non è accettabile che gli interventi avvengano solo a seguito di segnalazioni e denunce, dovrebbe essere cura dell’amministrazione pianificare il tutto in maniera preventiva».

Intanto sono state aggiudicate le gare d’appalto per i lavori di pronto intervento e manutenzione delle strade.

+1

 

 

 

(71)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.