L’esterno della Chiesa di San Giuseppe abbandonato all’incuria: la denuncia

marciapiede rotto di fronte alla chiesa di san giuseppe in via cesare battistiUn marciapiede dissestato e una campana per la raccolta del vetro sempre piena: è questo quanto si trovano davanti fedeli e turisti che visitano la Chiesa di San Giuseppe, in via Cesare Battisti, nel pieno centro di Messina. A segnalarlo sono il consigliere comunale Giovanni Caruso e il collega alla IV Municipalità Giuseppe Cucinotta, che chiedono l’intervento dell’Amministrazione De Luca.

«Abbiamo segnalato più volte lo stato di incuria che regna all’esterno della chiesa di San Giuseppe in via Cesare Battisti – spiegano i due consiglieri – ma purtroppo non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta da parte dell’amministrazione comunale».

Come mostra l’immagine inviata dai consiglieri, in un tratto del marciapiede su cui affaccia la Chiesa di San Giuseppe le mattonelle sono completamente assenti: «non sono pochi gli episodi di persone cadute in quel punto – sottolineano in proposito Caruso e Cucinotta. Ma nonostante ciò non si è ritenuto doveroso intervenire».

Ma il marciapiede dissestato non sembra essere l’unico problema riguardante questo preciso spazio della città di Messina. Proprio di fronte al portone, infatti, è posizionata una campana per la raccolta differenziata del vetro che, denunciano i consiglieri, non solo è sempre piena, ma viene spesso spostata finendo, più volte, «in modo pericoloso» proprio all’angolo della via Cesare Battisti.

marciapiede rotto e campana per la raccolta del vetro di fronte alla chiesa di san giuseppe in via cesare battisti

A questo proposito, il consigliere della IV Municipalità (ex Circoscrizione) Giuseppe Cucinotta sottolinea: «Secondo le norme vigenti la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani di qualsiasi tipo è regolata dall’articolo 25, comma 3, del codice della strada, che afferma che la campana può essere collocata in genere fuori della carreggiata in modo, comunque, da non arrecare pericolo o intralcio alla circolazione. Con la prescrizione che sulla campana vengano apposti pannelli di pellicola rifrangente a strisce bianche e rosse, per una superficie complessiva utile per campana, non inferiore a 3.200 cmq. comunque frazionabili. Pannelli che nel caso di specie presentano condizioni di deterioramento».

Per risolvere questa situazione, i due consiglieri, anche a seguito delle lamentele pervenute dal Segretario del Rettore Monsignore Mario Di Pietro, Alessandro Gambadoro, hanno inviato diverse segnalazioni agli asssessori competenti e ai relativi dipartimenti che però, constatano, sono rimaste inascoltate.

Pur nello spirito di piena collaborazione con la Giunta comunale e pur comprendendo le difficoltà che l’amministrare una città comporti, Caruso e Cucinotta non possono che denunciare queste mancanze invitando chi di competenza a intervenire celermente, anche in vista della prossima celebrazione di San Giuseppe, prevista come da calendario per il 19 marzo.

«Non dimenticando – concludono Giovanni Caruso e Giuseppe Cucinotta –, in ultima istanza,  che la via Cesare Battisti è giornalmente frequentata da centinai di passanti e tra breve anche di turisti con l’arrivo delle navi da crociera. Ma siamo certi che l’amministrazione saprà ben ovviare a questa mancanza restituendo decoro alla Chiesa di San Giuseppe e alla strafa».

(217)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *