Messina. Cateno De Luca dice NO al referendum di Montemare. Presentato ricorso alla Regione Sicilia

foto della zona coinvolta nel referendum per la creazione del comune di montemareSecondo il sindaco di Messina Cateno De Luca il Referendum per l’istituzione del Comune di Montemare non s’ha da fare”. Perché? Per due motivi: la proposta presentata è, a suo parere, incostituzionale e costerebbe troppo, oltre 700 mila euro.

Nel 2012 un gruppo di cittadini provenienti dai villaggi collinari ricadenti nella zona degli ex XII e XIII Quartiere, capitanati da una quarantina di membri del comitato promotore “Montemare Comune”, ha richiesto il distacco dalla città dello Stretto e la formazione di un’ente comunale separato. La richiesta dei residenti di della zona nasce dalla percezione di una mancanza di bisogni condivisi e di continuità territoriale rispetto al Comune di Messina. L’istanza è poi approdata nel 2013 all’assessorato regionale di competenza che, dopo un’istruttoria di 5 anni, ha dato il suo benestare. La consultazione referendaria è fissata per il 16 dicembre 2018.

Ma nei giorni scorsi Palazzo Zanca ha deciso di opporsi al referendum e ha presentato ricorso straordinario al Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. In sostanza, secondo l’Amministrazione, la consultazione non sarebbe legittima, ma anzi, violerebbe gli artt. 3 e 48 della Costituzione, oltre che l’art. 8 della legge regionale del 23 dicembre 2000.

Per prima cosa, sostiene infatti il primo cittadino, la richiesta è stata firmata ben 8 anni fa e le indagini per valutarne la legittimità sono state fatte su dati che potrebbero risultare ormai obsoleti. La votazione, inoltre, coinvolgerebbe anche i cittadini non direttamente interessati alla vicenda, mentre, secondo il Sindaco, dovrebbe riguardare esclusivamente le persone registrate come residenti nell’ultimo censimento disponibile.

Infine, a preoccupare in modo particolare il sindaco Cateno De Luca, come si evince dal commento condiviso sulla propria pagina Facebook ufficiale, sono i costi della consultazione che si aggirerebbero intorno ai 700 mila euro.

(398)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *