Messina. AMAM entra nella Fase 2 e riapre gli uffici al pubblico (in forma ridotta)

Foto della sede principale di AMAM a MessinaA Messina anche AMAM entra gradualmente nella fase 2. Da lunedì 18 maggio, infatti, riapriranno al pubblico gli sportelli degli uffici di Viale GiostraRitiro, seguendo le misure necessarie al contenimento del coronavirus. A questo proposito, il presidente Salvo Puccio raccomanda, quando possibile, di continuare a usare le piattaforme online.

Dopo circa due mesi di chiusura gli uffici di AMAM riaprono le porte al pubblico per consentire di svolgere tutte quelle pratiche e attività che è difficile completare da remoto. La sede di Viale Giostra – Ritiro, quindi, tornerà a funzionare “in presenza”, seppur in forma ridotta. Gli orari di apertura resteranno invariati, ma gli ingressi saranno contingentati e sarà il personale dell’Azienda a garantire il rispetto del protocollo di sicurezza.

«Nel corso delle scorse settimane di necessaria sospensione di ogni accesso del pubblico – spiega il presidente di AMAM Salvo Puccio – abbiamo appurato che possono presentarsi casi in cui non è sempre facile operare da remoto e, per questo, abbiamo previsto la graduale ripresa delle attività di front-office in presenza. Invitiamo gli utenti in grado di accedere ai servizi in modalità multicanale ad operare attraverso le piattaforme messe a disposizione da inizio anno, lasciando così l’accesso in presenza solo a quanti non hanno i mezzi per il disbrigo delle pratiche on line».

«È chiaro – conclude – che il rientro graduale imporrà di seguire una regolamentazione di sicurezza specifica sia per gli operatori che per il pubblico e, per questo confidiamo nel buon senso e nella collaborazione dei nostri utenti che per questo ringraziamo sin d’ora».

(213)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *