Foto dell'ospedale Papardo di Messina

Messina, all’Ospedale Papardo salvata donna in gravidanza con tumore del rene

Pubblicato il alle

1' min di lettura

All’Ospedale Papardo di Messina è stato eseguito un complesso intervento multidisciplinare portato a buon fine per salvare una donna in gravidanza, malata di tumore al rene. La giovane donna, di 33 anni, alla dodicesima settimana di gravidanza è stata sottoposta, infatti, a un intervento di chirurgia urologia oncologica.

L’intervento di asportazione del rene compromesso dal tumore è stato eseguito dal dott. Francesco Mastroeni, Direttore della Struttura Complessa di Urologia, dal dott. Alessandro Gali e dal dott. Giuseppe Ciccarello.

L’équipe multidisciplinare dell’Ospedale Papardo di Messina

Una équipe multidisciplinare ha quindi realizzato l’intervento complesso. «Per il tipo di problematica del caso in questione – ha detto il dott. Picone, anestesista responsabile dell’intervento – si è optato per l’anestesia blended o anestesia integrata, ovvero una particolare tecnica anestesiologica in cui all’anestesia generale viene associata anche l’anestesia loco-regionale, in particolar modo quella epidurale, in modo da ridurre il dosaggio dei farmaci deprimenti il sistema nervoso centrale e potenzialmente dannosi per la formazione del feto; inoltre minimizza l’impatto emodinamico anch’esso potenzialmente dannoso per il flusso placentare e con l’epidurale si ha il controllo dell’analgesia post operatoria consentendo di non usare i comuni analgesici per via sistemica anch’essi potenzialmente dannosi per l’esistenza e lo sviluppo del feto».

 

(221)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.