La Tares potrebbe cambiare in semplificata. Domani Consiglio urgente. Per Signorino meglio l’integrale ma presenta l’emendamento alternativo

discaricaLa Tares potrebbe cambiare e divenire semplificata. E’ l’idea in corso tra amministrazione e consiglieri comunali prima che in aula giunga il nuovo Piano tariffario già soggetto a molte critiche. Si è già tenuta una lunga riunione conclusa a tarda notte, ieri, e che ha visto impegnato con i capigruppo pure il segretario generale del Comune Le Donne. Questa mattina lunghissima seduta della commissione Bilancio presieduta dall’Udc Francesco Mondello dove hanno preso parte il vicesindaco Signorino, il segretario Le Donne, il ragioniere generale Cama, l’assessore Ialacqua e il dirigente ai Tributi Dell’Acqua. Il progetto è di mantenere la Tares ma modificando i costi previsti ma che non sono ancora stati ufficializzati dalla giunta e la normativa lo consente: in pratica saranno distribuite le spese tra le famiglie che hanno pochi figli rispetto a chi ha più figli e come punto fisso vengono calcolati i metri quadri dell’appartamento.

Non saranno solo i metri quadri a stabilire le nuove cifre ma anche il numero dei componenti familiari attraverso diversi coefficienti rispetto a quelli previsti nei giorni scorsi. E novità – se l’atto sarà portato avanti – sono previste per gli esercizi commerciali tra chi nelle previsioni pagherà meno e chi molto di più rispetto al 2012: il confronto, ad esempio, è tra un esercizio di frutta e verdura e una pizzeria. Sono in corso analisi per innalzare i coefficienti degli esercizi che con la Tares integrale pagherebbero meno. Oggi in commissione i consiglieri di maggioranza hanno espresso la richiesta di utilizzare la Tares semplificata e distribuire le spese tra tutti. La consigliera del gruppo misto Antonella Russo ha dichiarato: “Il Comune è in predissesto, i negozianti sono con l’acqua alla gola e molte famiglie non riescono a tirare fino a fine mese, sarebbe bene far pagare di più tutti e non soltanto alcune categorie.

L’assessore al Bilancio Signorino si è detto disponibile al confronto ma vorrebbe mantenere la Tares integrale perché a detta del vicesindaco ci sarebbe una distribuzione non equa del totale dei costi della gestione dei rifiuti tra cittadini e commercianti. Nel pomeriggio, comunque, Signorino ha inviato alla commissione Bilancio che si riunirà domani mattina l’emendamento con la proposta alternativa della Tares semplificata e i nuovi costi. 

Domani mattina ultimo confronto in commissione Bilancio prima del passaggio, obbligatorio vista la scadenza del 30 novembre, del Piano tariffario all’ordine del giorno del Consiglio comunale. 

(48)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *