La Sicilia doppia il consumo italiano di farmaci contro osteoporosi, specie Messina e Catania. Sospette complicità. Carte alla GdF

farmaciOltre 27 milioni di euro l’anno per un farmaco che cura l’osteoporosi in Sicilia, dove la spesa farmaceutica sfora del 16% il tetto consentito di 200 milioni in un quadro che potrebbe comportare tagli ai servizi. E’ emerso ieri dalla riunione della commissione Sanita’ dell’Ars, alla quale avrebbe dovuto prendere parte anche il presidente della Regione Rosario Crocetta. Era presente invece l’assessore alla Salute Lucia Borsellino. Il presidente della commissione Giuseppe Digiacomo (Pd) ha deciso a un certo punto di secretare i lavori. Sarebbero affiorati anche, secondo quel che si e’ appreso, ipotetici reati di comparaggio e di furti di ricettari, oltre alle pressioni di alcune case farmaceutiche nell’ambito delle prescrizioni mediche.
“In particolare – ha detto Digiacomo – abbiamo registrato un’attività anomala soprattutto nelle province di Catania e Messina”.
“Il tetto della spesa farmaceutica regionale ha superato i limiti previsti – ha confermato Borsellino – e per arrivare ad allinearci agli indicatori dettati dalla normativa nazionale la Regione dovra’ sostenere grossi sforzi sugli interventi nel triennio 20013/20015”. L’assessore ha ammesso che si sono riscontrati furti di ricettari ed episodi di comparaggio. “Abbiamo avviato un’azione sinergica con la Guardia di finanza che sta svolgendo controlli sul comparto della spesa farmaceutica e specialistica e individuato le soglie prescrittive di alcune classi di farmaci che hanno maggiore impatto sui consumi e sulla spesa. Si tratta – ha spiegato – di farmaci per l’osteoporosi, il diabete, i gastroprotettori e i farmaci per prevenire le iperlipidemie”.
Lo scorso giugno, un rapporto del Centro di Regionale di Farmacovigilanza dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana, aveva stilato: ” ” La Sicilia è oggi la prima regione per consumo di farmaci per il trattamento dell’osteoporosi, con una spesa netta nel 2012 pari a 27.633.939 euro. «I consumi di farmaci per l’osteoporosi sono superiori alla media nazionale e, in taluni casi, raggiungono valori pari a circa il doppio del dato Italia”.

(73)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *