“La Giustizia in crisi, tra diniego e pessime riforme”. Convegno organizzato dall’A.N.A.I. domani in Corte d’Appello

tribunale-MeSi terrà a Messina, venerdì 7 marzo alle 15, nell’Aula Magra della Corte d’Appello, il convegno dal tema “La giustizia in crisi. Tra diniego di giustizia e pessime riforme”. Interverranno il presidente della sezione di Messina avv. Isabella Celeste, il presidente dell’ordine degli avvocati di Messina Francesco Celona e il presidente dell’associazione nazionale avvocati italiani, Maurizio De Tilla.
L’A.N.A.I. è stata costituita il 17 gennaio del 2013 e conta, oggi, più di 100 sezioni in tutta Italia e migliaia di iscritti.
L’obiettivo è quello di proteggere il futuro dell’Avvocatura e di promuovere l’attuazione di riforme della Giustizia che non mortifichino la Professione e, soprattutto, diano risposte celeri e concrete alle richieste dei cittadini affiancati costantemente dagli avvocati nella difesa dei loro diritti.
“Abbiamo deciso di costituire questo gruppo- sottolinea De Tilla-per ridare dignità ad una categoria di professionisti ormai straziata e boccheggiante, che è stata destinataria di riforme ingiuste e provvedimenti legislativi e normativi che l’hanno deturpata anche dal punto di vista remunerativo, con la previsione ed applicazione degli attuali parametri legali”.
L’associazione vuole porsi come Parte Sociale dell’Avvocatura e affiancarsi alle altre associazioni forensi per operare con esse in sinergia al fine di poter trovare un valido contatto con le forze politiche che, sino ad oggi, sono state ignare di fronte alle legittime istanze dell’Avvocatura.
Maurizio De Tilla ha già avviato una seria battaglia contro l’obbligatorietà della Mediazione civile oltre ad occuparsi con grande fervore delle problematiche relative alla nuova geografia giudiziaria, sentito dall’Avvocatura come riassetto delle sedi giudiziarie dai risultati insignificanti in termini di economicità e utilità.
La partecipazione all’incontro è gratuita e dà diritto al riconoscimento di tre crediti formativi.

(47)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *