L’ex “birra Messina” sotto il vincolo della Sovrintendenza diventa area di valore storico. Si prevede battaglia a suon di carte bollate

triscelePrima era area industriale, poi industriale dopo il voto del consiglio e la “pressione” dei lavoratori, adesso sullo stabilimento Triscele calerà il vincolo della Sovrintendenza come area di valore storico. La “vendetta” degli ex dipendenti del birrificio, supportata dal governatore Rosario Crocetta, è calata. Era quello che volevano gli ex addetti. L’ente che tutela i Beni Culturali ha avviato l’iter per evitare speculazioni edilizie nell’area e la decisione ha soddisfatto il personale che dal primo gennaio scorso è in mobilità. Mimmo Sorrenti, guida del sit-in che va avanti senza sosta ai cancelli di via Bonino, ha sollecitato, ancora una volta, i Faranda, titolari della ditta, a uscire nuovamente allo scoperto e chiarire cosa intendono fare dopo la decisione della Sovritendenza. Pare certo che i Faranda risponderanno a suon di carte bollate forti del giudizio amministrativo che aveva obbligato l’aula del consiglio comunale ad approvare la variante nel Prg, pubblicata sulla gazzetta ufficiale, di trasformare da industriale a residenziale la zona dove sorge l’ex Birra Messina. Il contenzioso sembra tutto altro che esaurito.

@Acaffo 

(52)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *