“L’altra Messina contro la Tares” chiarisce intenti e presenta le iniziative a sostegno del cittadino

protesta taresStamani la presentazione della manifestazione di domenica prossima contro l’imposizione della Tares, una manifestazione della quale, scrivono i vertici del gruppo nato su Facebook, è opportuno chiarire gli intenti. Ecco cosa scrivono:

“La manifestazione non è diretta contro alcuno ma solo alla tutela delle esigenze dei cittadini messinesi.
I media e l’informazione cittadina continuano pero’ a voler sminuire l’operato dell’Altra Messina tacendone la lunga opera di sensibilizzazione alle problematiche che affliggono la Città , e addirittura assimilandola erroneamente a comitati fai da te dell’ultima ora, benvenuti ma non determinanti.

L’Altra Messina continua la sua azione , lieta di essere servita da pungolo alla sensibilizzazione del cittadino ed insiste ,a riprova della sua volontà, passando dalla protesta alla proposta.

Fatti e non parole:
L’ALTRA MESSINA informa che da domenica mattina metterà a disposizione dei cittadini un suo servizio legale e un suo servizio fiscale, disponibile già a Piazza Municipio e riconoscibile dal cartellino che indicherà l’appartenenza a L’ALTRA MESsINA , il nome e la qualifica degli incaricati.

Fatti e non parole
L’ALTRA MESSINA ricorda che i nominativi dei cittadini chi si saranno presen tati ai suoi legali per finalizzare la loro protesta serviranno ad avviare le procedure per promuovere una CLASS ACTION PROCEDIMENTALE avviata in tre iniziative:
A) Impugnazione dei singoli atti consiliari al TAR
B) Presentazione di una denuncia esposto alla Corte dei Conti
C) Impugnazione dei pagamenti richiesti presso il Giudice Tributario.

Fatti e non parole
L’ALTRA MESSINA, pur non volendo offrire l’occasione alla facile strumentalizzazione politica degli avversari del Sindaco Accorinti , è convinta altresi’ che a fronte delle legittime proteste cittadine per una vicenda che assomma diverse sfaccettature ed errori, ,non si possa far finta di niente ma si debba risalire alle responsabilità istituzionali ed oggettive.
Per queste ragioni chiede le immediate dimissioni del vicesindaco Signorino e dell’assessore all’ambiente Ialacqua.

Fatti e non parole
L’ALTRA MESSINA , a dimostrazione del suo impegno verso la risoluzione della vicenda Tares, presenterà RicicliAMO, progetto a cura di giovani professionisti messinesi – presenti domenica con la distribuzione di flyer illustrativi – diretto alla regolamentazione finale del problema della raccolta, stoccaggio e sfruttamento economico della gestione dei rifiuti urbani .

Fatti e non parole, questa l’offerta dell’ALTRA MESSINA per passare dalla protesta sacrosanta alla proposta di risoluzione definitiva dei problemi della Città.”

(45)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *