parcheggio torri morandi

Il Comune di Messina ha acquistato l’area Torri Morandi di Capo Peloro

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Costruite nel 1954 dall’ingegnere e strutturista Riccardo Morandi come torri di ammaraggio dei cavi elettrici provenienti dal Pilone di Capo Peloro e dismesse nel 1994, l’area Torri Morandi – attualmente adibite a parcheggio gratuito per gli avventori della spiaggia – sono state acquistate dal Comune di Messina.

A comunicarlo, in una nota ufficiale l’assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello. «È stato perfezionato l’atto di acquisto dell’area Torri Morandi – ha detto Mondello – sede anche dell’omonimo parcheggio, i cui lavori di manutenzione sono stati recentemente completati, aprendo la struttura alla fruizione estiva di Torre Faro». Non ancora noti i dettagli economici dell’acquisto e i fondi utilizzati.

Il Comune di Messina ha acquistato le Torri Morandi

Il Comune ha quindi portato avanti la trattativa con E Distribuzione ed Enel Italia SPA, proprietaria dell’intera area. «Il Comune – ha aggiunto Mondello – a seguito di una trattativa con E Distribuzione ed Enel Italia SPA, si è aggiudicato una porzione di territorio particolarmente strategica, soprattutto nel periodo estivo, in cui il suddetto borgo marinaro, vede incrementare notevolmente la densità abitativa e di turisti in transito.

Il prestigioso immobile, sito in via Pozzo Giudeo, è composto da cinque corpi di fabbrica, con annesso un terreno di 22.300 mq, adibito appunto a parcheggio. Un negoziato molto importante che identifica le modalità operative di questa Amministrazione, che si distingue per le azioni concrete che portano, come in questo caso, a una definizione delle problematiche, piuttosto che a provvedimenti tampone. L’acquisto di questa preziosa porzione di territorio, mette infatti il Comune nelle condizioni di definire con ampi margini di manovra le questioni connesse alla viabilità estiva, oltre ad aprire scenari di sviluppo turistico e produttivo per Torre Faro.

Come sempre, è stata privilegiata la visione complessiva delle problematiche, che vengono contestualizzate e affrontate da più angolazioni, analizzando le prospettive presenti e future. Mi preme ringraziare il Sindaco Cateno De Luca per la fiducia ancora una volta accordatami, il Direttore Generale dott. Federico Basile per la sua preziosa consulenza, oltre che il Dirigente dei Servizi Tecnici ing. Antonio Amato, che hanno seguito e supportato l’Amministrazione in questa delicata e complessa operazione. Posso affermare, ancora una volta, che la ‘politica del fare’ ha centrato un nuovo obiettivo a vantaggio della nostra Messina, circostanza che mi riempie di soddisfazione e orgoglio».

(189)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.