Ferlisi denuncia in procura sindaco e direttore generale. Le Donne: “Stupito, l’incarico all’Avvocatura è di prestigio”

Calogero FerlisiCalogero Ferlisi si rivolge alla procura contro l’interim alla guida del comando di polizia municipale. Presentato un esposto alla magistratura. Le accuse parlano addirittura di mobbing. Ferlisi si è sentito “colpito” dall’interim alla polizia municipale con il trasferimento a dirigente dell’Avvocatura. Tra le accuse rivolte al sindaco Renato Accorinti e al direttore e segretario generale comunale Antonio Le Donne che tra dicembre e gennaio ha riorganizzato la macchina di Palazzo Zanca anche aver destituito la polizia municipale dal controllo all’approdo di Tremestieri sulle deroghe ai tir e i passaggi consentiti dall’ordinanza dell’ottobre scorso. Le Donne cade dalle nuvole alla notizia: “Sono stupito – dichiara l’Alto funzionario – posso dire che sull’ordinanza non posso replicare perché è un provvedimento antecedente al mio arrivo al Comune, sul conferimento dei nuovi incarichi vorrei capire cosa c’entri il mobbing? A Ferlisi è stato assegnato l’incarico di dirigente dell’Avvocatura della tredicesima d’Italia – prosegue Le Donne – e credo che sia un incarico di tutto prestigio, l’interim alla polizia municipale in base al contratto decentrato conferisce a Ferlisi un trattamento economico di rispetto, ho studiato il mobbing e si riferisce ad atti che incidono sulla professionalità, non abbiamo di certo mandato Ferlisi a fare fotocopie, umanamente mi dispiace che abbia presentato un esposto, lo conosco da quando era ragazzo, voglio infine aggiungere che nel piano di riorganizzazione del personale sono stati trasferiti tanti dirigenti e nessuno si è lamentato”. Ferlisi si era già rivolto al Tar contestando i provvedimenti amministrativi del sindaco e del direttore generale. 

(50)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *