Ettari di Nettari: il libro che racconta la Sicilia tra bellezza e buon vino

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Un viaggio in Sicilia, alla ricerca di luoghi insoliti caratterizzati da bellezza, ospitalità, buon vino e ottimo cibo. Ecco cos’è “Ettari di Nettari”, il libro di Samuele Mazza, edito da Rizzoli, presentato domenica 10 ottobre nell’incantevole cornice della Tenuta Rasocolmo. Da Messina, a Catania, passando per Siracusa, Trapani, Marsala, Agrigento e non solo. Un volume, realizzato interamente a colori, ricco di immagini, che presenta e racconta le più esclusive cantine, con e senza ospitalità, presenti sul territorio siciliano.

Un percorso lungo le strade del vino, attraverso parchi naturali e numerose città d’arte, tra colorati filari di viti, case coloniche, residenze storiche, tenute tradizionali e grandi complessi rurali immersi nella natura, alla ricerca dei migliori vini della tradizione locale, perfetta espressione della complessità e della varietà dell’isola, e dei migliori ristoranti.

«È un racconto visivo, più che narrato. Il mio modo di raccontare è molto estetico – ci ha raccontato Samuele Mazza. Ho deciso di promuovere l’isola attraverso la mia visione delle cose. Io sono nato in Sicilia ma non l’ho vissuta. Adesso voglio viverla intensamente, raccontandola attraverso le immagini». L’autore di “Ettari di Nettari”, quindi, è un siciliano di ritorno, tornato sull’isola dopo un lungo viaggio e desideroso di mostrarne le meraviglie, soprattuto quelle meno note. «Le cantine mi sembrava fossero una nuova “bellezza” della Sicilia, un elemento che fa parte di questa nuova ondata di vitalità, di interesse nazionale ed internazionale nei confronti di questa terra».

Tra le cantine raccontate nel libro, c’è anche Tenuta Rasocolmo. Samuele Mazza racconta del suo vigneto vista Isole eolie e del casale contadino di fine Ottocento, ristrutturato lasciando intatto il fascino originale. Una tenuta di oltre 10 ettari in cui Francesco Giostra Reinato, owner della Tenuta, ha rilanciato nel 2003 l’attività agricola di famiglia, ridando splendore a luoghi un tempo abbandonati.

«Questo libro è uno dei sei volumi dedicati alla Sicilia che svilupperemo con Rizzoli – ci ha raccontato l’autore. Il secondo di questa collana editoriale. Il primo era sulle dimore in Val di Noto, dove vivo».

Presenti all’evento, oltre la stampa, anche l’assessore al turismo, Enzo Caruso, Alberto Palella, presidente di Confesercenti Messina e il segretario generale della Camera di Commercio, Paola Sabella. Insieme a Samuele Mazza è nata una vera e propria tavola rotonda sulla Sicilia, in cui si è sottolineata la necessità di investire sul turismo, per far conoscere la bellezza e le risorse dell’isola anche e soprattutto fuori dai suoi confini, creando occasioni, sinergie e progetti di alto livello.

A concludere la presentazione del libro è stato lo chef stellato Giuseppe Geraci, del Rostorante Modì di Torregrotta, anche lui citato nel volume, che ha deliziato i presenti con alcuni dei suoi piatti, accompagnati dai vini della Tenuta Rasocolmo.

(59)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.