tram cannibalizzati

Esposto Orsa, Manna non gradisce: “Solo pubblicità, le inchieste ci sono già”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

tram cannibalizzatiTra il sindacato Orsa e il commissario Atm Domenico Manna i rapporti sembrano essersi interrotti. Dopo l’esposto in procura firmato dal segretario ai Trasporti, Michele Barresi, il vertice dell’azienda non ha preso bene la decisione dell’organizzazione sindacale e replica piccato:

“Ogni affermazione dovrà essere provata, ho piena fiducia nel precedente direttore di esercizio della tranvia come nell’attuale perché hanno dimostrato di essere delle persone serie e competenti e che tra enormi difficoltà, in particolare finanziarie, sono riuscite a portare avanti il servizio, loro due hanno tutta la mia solidarietà, ritengo che l’esposto dell’Orsa sia pleonastico perché la procura come la Guardia di Finanza e la Corte dei Conti hanno già avviato inchieste e hanno tutta la documentazione necessaria già da tempo per chiarire come stanno le cose, non riesco a capire quali novità l’Orsa voglia sottolineare, ritengo l’aver presentato la denuncia una forma pubblicitaria e demagogica perché la magistratura e le forze dell’ordine sono a conoscenza di tutto quello che è successo all’Atm, sui bilanci ci sono delle inchieste in corso, sulla cannibalizzazione che nessuno ha disposto e voluto è ovvio che se uno ha due macchine uguali a disposizione e non ha i fondi per l’acquisto dei pezzi di ricambio cosa dovrebbe fare? Credo – conclude Manna – che non siano gli esponenti dell’Orsa i soggetti deputati a promuovere questo tipo di denunce. Posso dirvi che se ci sono estremi di reato di diffamazione a danno dell’azienda non verremo meno nel tutelare l’immagine dell’Atm”. @Acaffo 

(43)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.