Effetti “evidenti” degli Invisibili: hanno ripulito Largo San Giacomo

invisibili pulizia“Gli invisibili” si fanno largo in città. Si “mostrano”, con senso civico, per gli emarginati, per chi c’è ma non viene visto, e rispettano le “parti comuni”. E di parte comune si tratta parlando di Largo San Giacomo. Una strada importante della città, costeggia il Duomo, è meta di turisti, è luogo di cui il messinese dovrebbe andrea fiero. Eppure c’è chi la sporca, la insudicia. Fortuna che ci sono loro, gli Invisibili, l’associazione fondata da Maria Cristina Rossitto che lavora per il sociale, da alcuni mesi a Messina, per Messina. Dopo aver pensato a famiglie disagiate, sfrattate, agli abbandonati, gli Invisibili hanno pensato di fare quello che andrebbe fatto: dare un esempio di civiltà. Armato di scope, guanti e capienti sacchi di spazzatura, un gruppo di volontari ieri mattina ha rimesso a nuovo Largo San Giacomo. Lo hanno fatto con amore e impegno.
Sui volti di una cinquantina di persone, molte sconosciute tra loro ma unite dallo stesso intento, sudore e gioia. Il primo per la fatica, la seconda perchè da quella fatica poteva nascere qualcosa di buono per Messina. Hanno riempito circa 200 sacchi di spazzatura, hanno ripulito una porzione di città.
In tutto questo, un paradosso: alcuni turisti hanno visto quei cittadini modello spazzare strade e raccogliere cumuli di immondizia. Avranno pensato che il messinese è un gran popolo, civile ed educato. Non sanno che 50 “Invisibili” non fanno una città.

(71)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *