Defibrillatori per le scuole di Messina: online la raccolta fondi in ricordo di Giuseppe Sorrenti

Giuseppe SorrentiComprare dei defibrillatori da donare alle scuole e alle associazioni sportive di Messina: è questo l’obiettivo della raccolta fondi nata sul web in memoria di Giuseppe Sorrenti, deceduto lo scorso 10 ottobre a causa di un arresto cardiaco durante una partita di calcetto con gli amici a soli 29 anni.

L’idea è nata dalla volontà del fratello di Giuseppe, Francesco Sorrenti, e di un gruppo di amici, di contrastare il numero di morti annue causate da arresti cardiaci e sensibilizzare al tema anche le generazioni più giovani. La raccolta fondi è stata avviata su GoFundMe lo scorso 19 ottobre e ha già permesso di mettere insieme circa 3.000 euro dei 5.000 indicati come traguardo. È possibile donare qui tramite PostePay.

A spiegare, sul sito, le motivazioni che hanno spinto a creare questa campagna di crowfunding è Francesco Sorrenti: «Giuseppe era un ragazzo affettuoso, sorridente, sensibile e altruista. Giuseppe aveva conseguito la laurea magistrale in Ingegneria Navale nel luglio 2018 presso l’Università di Trieste e, grazie alla sua tesi, aveva vinto il “Premio Leonardo 2018”, consegnatogli dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Il premio gli aveva permesso di svolgere uno stage e di essere assunto nell’ufficio tecnico della Perini Navi di Viareggio, leader mondiale nella costruzione di yacht a vela di lusso, massima aspirazione per Giuseppe».

«Per ricordare Giuseppe – conclude – e contrastare il numero di morti annue per arresto cardiaco improvviso, la famiglia Sorrenti, insieme agli amici, ha deciso di raccogliere dei fondi per l’acquisto di defibrillatori portatili per gli istituti scolastici e le organizzazioni sportive messinesi».

(262)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *