ospedale, reparto covid

Covid Sicilia: oltre 60mila nuovi casi in una settimana, aumentano i ricoveri

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Oltre 60mila nuovi casi in Sicilia in una settimana, 1.303 le persone ricoverate, 138 delle quali in terapia intensiva, con un incremento dell’occupazione dei posti letto covid che porta l’isola al 17% per quel che riguarda le terapie intensive e al 31% in area non critica. Questi i dati dell’Ufficio Statistica di Palermo e dell’Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

Continua anche in Sicilia l’avanzata della variante Omicron, che ha portato nelle scorse settimane a un considerevole incremento dei contagi in tutta Italia. Per contrastarla, il presidente della Regione Siciliana punta sui vaccini e lancia un messaggio alla popolazione:  «Faccio appello ancora una volta a tutti – dice Nello Musumeci. La situazione ospedaliera dimostra sempre di più come lo status vaccinale faccia la differenza, essendo tantissime le complicanze su tutti i pazienti non vaccinati. Mi aspetto, alla pari di questi ultimi giorni, un’adesione convinta». Per accelerare il ritmo delle somministrazioni – anche in considerazione dell’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per gli over 50 –, gli hub di Messina, Palermo e Catania saranno aperti h24.

I dati dell’Ufficio Statistica di Palermo sui contagi in Sicilia

Nei sette giorni appena trascorsi, si segnala un incremento di 66.909 nuovi casi, il 140,6% in più rispetto alla settimana precedente e tre volte e mezzo il numero registrato 14 giorni fa. Sale anche il rapporto tra tamponi positivi ed effettuati, passato dall’8,7% a oltre il 20%. Il numero degli attuali positivi è più che raddoppiato, e ora a quota oltre 111mila. Le persone in isolamento domiciliare sono 110.516, 60.138 in più rispetto alla settimana precedente. Sono morte 155 persone, (55 in più rispetto ai sette giorni precedenti).

«Nella settimana appena conclusa – commenta l’Ufficio Statistico di Palermo – si è registrato nuovamente un aumento esponenziale del numero dei nuovi positivi, accompagnato da un forte aumento del numero delle persone ricoverate, dei nuovi ingressi in terapia intensiva e dei decessi». Con questi numeri, non è escluso che la Sicilia richieda il passaggio alla zona arancione (già richiesto da diversi sindaci insieme alla didattica a distanza per il ritorno a scuola).

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.