Coronavirus. Le nuove misure del Policlinico di Messina per sostenere il personale sanitario

Foto dell'ospedale Policlinico di MessinaPer tutto il mese di aprile il personale in servizio al Policlinico di Messina non dovrà pagare l’abbonamento al parcheggio della struttura. Inoltre, gli operatori sanitari potranno alloggiare a Villa Amalia (all’interno di Villa pace) in modo da ridurre i disagi di chi viaggia con i mezzi e, soprattutto, dei pendolari che si spostano da un comune all’altro: sono queste le nuove iniziative prese dall’azienda ospedaliera per andare incontro ai propri dipendenti in questo momento di emergenza legato al coronavirus.

A comunicarlo è stata la direzione aziendale del Policlinico “G. Martino” di Messina, che ha voluto adottare nuove misure di supporto per i propri dipendenti che si trovano a garantire le diverse prestazioni sanitarie all’utenza e, contemporaneamente, a fronteggiare l’emergenza covid-19.

«Grazie al sostegno garantito dal Rettore dell’Università di Messina, prof. Salvatore Cuzzocrea – si legge nella nota del Policlinico  –, sono stati innanzitutto messi a disposizione i locali di Villa Amalia, all’interno di Villa Pace, adibiti a residenza. Qui il personale sanitario potrà alloggiare (con precedenza a coloro i quali lavorano al Covid Hospital) al fine di limitare i disagi legati alla riduzione dei servizi di trasporto, che in alcuni casi rischia di penalizzare soprattutto i pendolari».

Inoltre, il costo degli abbonamenti al parcheggio del personale in servizio sarà interamente a carico dell’Azienda Ospedaliera Universitaria.

 

(226)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *