Bob fest 2024: Lillo Freni parteciperà con il suo babà “tra Sicilia e Calabria” per la ricerca oncologica

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Bob fest 2024 e un pasticcere dal cuore generoso, da sempre impegnato in iniziative a favore della ricerca e nella promozione del patrimonio culturale della pasticceria tradizionale. L’Ambasciatore del Gusto Lillo Freni sarà uno dei protagonisti principali della terza edizione del Bob Fest, che si terrà domenica 30 giugno a Borgia, in provincia di Catanzaro, presso il Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium.

Si tratta di un importante evento enogastronomico benefico a livello nazionale, che ha l’obiettivo di promuovere la Calabria come meta turistica. Parteciperanno oltre 150 professionisti, tra cui chef stellati, pizzaioli, pasticceri, esperti di street food, viticoltori, bartender e produttori locali. Il ricavato sarà destinato alla Fondazione AIRC, che dal 1965 si dedica alla ricerca oncologica per trovare cure contro il cancro.

Bob fest 2024: tutti uniti per la ricerca

Il motto dell’evento è “TUTTI UNITI PER LA RICERCA”. Il pasticcere messinese Lillo Freni, proprietario della storica pasticceria a Contesse, ha accettato con entusiasmo per il secondo anno consecutivo l’invito degli organizzatori Roberto Davanzo e Anna Rotella. Parteciperà raccontando la sua Sicilia attraverso un dolce, offrendo così il suo contributo personale alla raccolta fondi benefica.

Il dolce scelto per unire le due sponde dello Stretto è il babà. Con l’utilizzo di ingredienti provenienti da Sicilia e Calabria, creerà il perfetto connubio tra tradizione, innovazione e valorizzazione dei due territori. “UN BABÀ TRA SICILIA E CALABRIA” è il nome scelto per la sua creazione dolciaria, che riflette la profonda passione di Lillo Freni per i lievitati. Freni è conosciuto oltre i confini siciliani per i suoi panettoni artigianali a lievitazione naturale, che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti in prestigiosi concorsi.

Il babà inzuppato in rum chiaro verrà completato con chantilly al limone, granella di bergamotto candito e coulis di fragole.

Un grande contributo alla ricerca contro il cancro

Lillo Freni ha affermato: «sono ben lieto di ritornare in Calabria per questo importante evento. In questo modo potrò dare il mio personale contributo per questo festival che unisce cultura, aggregazione, convivialità e responsabilità sociale per un fine benefico».

Partecipare al Bob fest 2024 non darà solo la possibilità di gustare piatti prelibati che valorizzano la storia e la tradizione gastronomica italiana. Partecipare al festival vuol dire anche dare un grande contributo alla ricerca contro il cancro.

(95)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.