Approvata in giunta l’Isola pedonale. Queste le novità per residenti del Centro e trasporto. I Cinquestelle chiedevano di pazientare

isola pedonaleCon delibera di Giunta municipale, approvata ieri sera, è stata istituita, per un periodo sperimentale di 6 mesi, l’Area pedonale Cairoli, nel quadrilatero delimitato dalle vie Cannizzaro, Risorgimento, Maddalena e Bassi, e nel tratto della via dei Mille, compreso tra le vie Maddalena e Bixio. L’iter, che ha portato alla definizione del provvedimento, è stato condiviso nel corso di numerose riunioni tecniche da tutte le associazioni di categoria interessate e ha ricevuto parere favorevole dalla IV municipalità prima ancora che l’atto fosse esitato dall’Esecutivo. L’accesso sarà consentito senza limitazione di orario (h 0-24): ai veicoli adibiti al servizio di persone invalide con capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta, che espongono il “contrassegno invalidi” e che potranno sostare negli stalli appositamente riservati, presenti nell’area; a quelli adibiti a servizi di polizia, vigili del fuoco, protezione civile e soccorso sanitario (es. autoambulanze); agli autobus del trasporto pubblico locale, gestito dall’Azienda Trasporti Messina (ATM); ai taxi; ai veicoli condotti da residenti all’interno dell’area pedonale, che espongono uno specifico contrassegno (pass) per accedere a proprietà laterali munite di passo carrabile autorizzato, ai sensi dell’art. 22 del D. L.vo n. 285/92; ed ai veicoli adibiti al trasporto di medicinali per le farmacie all’interno dell’area pedonale. L’accesso sarà invece consentito con limitazione di orario: ai veicoli di massa a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate, adibiti al trasporto delle merci per l’effettuazione delle operazioni di carico/scarico nelle fasce orarie 6,30 – 9,30 e 14,30 – 16,30, consentendo la sosta, limitatamente alle operazioni di carico e scarico merci; ai veicoli di proprietà dei residenti all’interno dell’area pedonale che, esponendo sul parabrezza uno specifico contrassegno o pass rilasciato dal dipartimento mobilità urbana e viabilità, possono accedere esclusivamente nella fascia oraria 14 – 15,30 e sostare per un periodo massimo di 30 minuti segnalato con disco orario; ai veicoli di proprietà dei residenti all’interno dell’area pedonale che, esponendo sul parabrezza uno specifico contrassegno o pass, sempre rilasciato dal dipartimento mobilità urbana e viabilità, con validità trimestrale e dietro versamento dell’importo di 30 euro, a titolo di spese di istruttoria, possono sostare, dalle ore 20,30 alle 8,30, negli stalli previsti all’interno dell’area pedonale, nonché gratuitamente, tra le 8,30 e le 20,30, limitatamente al parcheggio “La Farina”, prevedendo in alternativa il rilascio a titolo gratuito di un pass per la sosta nel lotto di residenza esterno alla stessa area pedonale; ed ai veicoli adibiti alla raccolta dei rifiuti solidi urbani ed alla pulizia delle strade, esclusivamente nella fascia oraria 22 – 8. La Giunta ha inoltre dato indicazioni all’ATM di consentire la sosta gratuita nei parcheggi “Cavallotti” e “Villa Dante”, per i primi 30 giorni di istituzione dell’area pedonale Cairoli; ed ha dato mandato al dipartimento mobilità urbana e viabilità di provvedere al rilascio dei contrassegni (pass) per l’accesso all’Area pedonale Cairoli, curando anche l’affidamento del servizio di vigilanza notturna del parcheggio “La Farina”, in concomitanza con il periodo iniziale di esercizio dell’area pedonale, ed alla remunerazione degli eventuali servizi resi dall’ATM per l’attuazione dell’iniziativa. Il Corpo di Polizia Municipale predisporrà il servizio diretto alla regolazione del traffico ed alla prevenzione e accertamento delle violazioni delle norme del Codice della Strada nell’area pedonale Cairoli e nelle strade limitrofe. Si è infine stabilito che l’Area Pedonale Cairoli e la regolamentazione per l’accesso ed il transito, ultimata la fase sperimentale, siano recepite dal Piano Generale del Traffico Urbano di prossimo aggiornamento.

 

Oggi, in conferenza stampa, il Movimento Cinquestelle ha espresso il proprio dissenso per la tempistica accelerata del provvedimento. L’ingegnere Leonardo Russo e Giuseppe Manfredi hanno sottolineato che dal 15 gennaio sarà la paralisi totale.

Per Russo non è stata prevista una viabilità di sostegno, occorreva attendere l’apertura della seconda invasatura di Tremestieri per evitare il passaggio dei tir. 

Le proposte, non tenute in considerazione, erano di alternare i sensi di marcia nelle vie Risorgimento e Centonze e tra quest’ultima è via Cesare Battisti e comunque di attendere ancora.

“Abbiamo la percezione – ha detto Russo – che l’attuale sistema viario non reggerà un’Isola pedonale del genere, siamo favorevoli all’idea ma non con questi contenuti”.

Per Manfredi i tempi non sono maturi per un’Isola pedonale così ampia. 

 

 

(52)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *