Al Policlinico di Messina un importante doppio intervento su pazienti stroke

Foto dell'ospedale Policlinico di MessinaRiuscito un delicato doppio intervento al nuovo polo stroke del Policlinico di Messina. Nei giorni scorsi, è stato possibile operare in contemporanea due pazienti in gravi condizioni. Entrambi presentavano un ictus ischemico acuto da occlusione di grossa arteria cerebrale.

«Dovendo intervenire immediatamente su tutti e due i pazienti – si legge nella nota ufficiale del Policlinico – la Uoc di Neuroradiologia ha allestito due sale angiografiche e due distinte equipe di neuroradiologi interventisti hanno effettuato la disostruzione meccanica delle arterie occluse con buon esito».

Il polo stroke del Policlinico di Messina

Gli interventi sono andati a buon fine grazie anche al potenziamento delle strutture, con le due sale angiografiche, in aggiunta alla sala angiografica in uso dal 2005.

«Trattandosi di una patologia tempo-dipendente – continua la nota – la celerità con cui si è intervenuti su entrambi i casi, che tra l’altro presentavano profili particolarmente impegnativi, è stata fondamentale.

Tutto ciò in un contesto in cui, anche a fronte dell’emergenza Covid, l’Azienda non sta lesinando sforzi per garantire a tutti i pazienti un’assistenza ai livelli più alti possibili».

L’ Unità Operativa Complessa del Policlinico

La Uoc di Neuroradiologia, negli ultimi 5 anni, ha fatto registrare un rilevante primato nazionale. Si tratta, infatti, del centro con maggior numero di trattamenti endovascolari per ictus ischemico acuto in Italia.

Nel solo 2020, sono stati effettuati circa 400 interventi endovascolari per patologie cerebrali e 200 ricoveri per pazienti con patologie cerebrovascolari.

(92)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *