Pallavolo – Il Messina Volley vince il derby cittadino con il Tremonti

Back-13-14-CarnazzaIl Messina Volley vince per 3-1 l’intensissimo derby cittadino contro il Tremonti, giocato di fronte a circa 250 spettatori al Pala Sport S.Filippo.

E’ stata una gara molto intensa , soprattutto nel secondo set conclusosi 23-25, quella vista al Pala Sport S.Filippo.

Il primo set faceva presagire alle padroni di casa del Messina Volley una domenica tranquilla dopo il 25-08 del primo parziale, ma il Tremonti che è una squadra costruita per vincere il campionato ha mostrato tutta la propria voglia di fare bene nel recupero del set, rimontando 6 lunghezze di svantaggio ( dal 22-16 al 23-25 ) e vincendo al fotofinish.

Siamo sull’uno a uno.

Si comprende subito che il terzo set rappresenta un passaggio fondamentale per le sorti della gara, infatti si assiste ad un botta e risposta equilibrato fino al 9 pari. Il Tremonti, sull’entusiasmo del set precedente, allunga sul 13-16 ma il Messina Volley sfodera tutta la propria grinta ed il proprio assetto tattico molto efficace che permette a Carnazza e compagne di ottenere il terzo set con il netto punteggio di 25-19.

nel quarto ed ultimo parziale, parte bene la squadra di Danilo Cacopardo andando avanti sul 4-0, per poi mantenere un leggero vantaggio per le azioni successive fino al 19-18.

A questo punto la formazione di casa accelera passando sul 23-19 e , dopo poche azioni di gioco, sul 25-22 finale e decisivo per vincere l’intera gara 3-1 e, soprattutto, aggiungendo altri 3 punti in classifica.

Messina Volley – Messana Tremonti = 3-1 (25-09/23-25/25-19/25-22)

Messina Volley : D’Andrea, Mento, Rando A., Carollo, Criscuolo, Fabiano, Laganà, Montalto, Carnazza, Donato (k), Spadaro, Rando V.(L1), Galletta (L2). All. Danilo Cacopardo.

Messana Tremonti: Barbera, D’Andrea, Di Maula, Erba, Giovenco, Giunta, Guglielmo, Iiriti, Millo, Pappalardo, Toscano, Di bartolo (L). All. Trimarchi.

Arbitri : Priolo Gabriele e Illuminato Elisa , entrambi di Catania.

(44)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *