Non solo Sport- Ampia partecipazione per la pedalata ecologica organizzata dal comune di Merì

Non solo sportUnità, dinamicità e rispetto per l’ambiente.

Sono i principi ispiratori della manifestazione organizzata lo scorso 30 giugno a Merì dall’amministrazione comunale in collaborazione con il team Max bici ed alcune associazioni no profit che operano sul territorio.

Oltre 400 persone in sella ad una bici si sono date appuntamento nel piazzale antistante il comune, per una pedalata lungo le vie del paese. In prima fila gli organizzatori, il sindacoFelice Borghese, il vice sindaco Giuseppe Grillo e l’assessore alla sport turismo e spettacolo Francesco Nania.

Una giornata trascorsa all’insegna dell’allegria. A fare da traino ai ciclisti ci hanno pensato i professionisti del team Max Bici, che nel corso della prima parte della mattinata hanno fatto da guida nei luoghi più impervi e suggestivi del paese.

Una volta fatto ritorno in piazza, hanno trovato ad attenderli un numeroso gruppo di cittadini pronti, per un giorno, a lasciare le auto ed entrare in simbiosi con la natura.

I partecipanti hanno percorso i principali circuiti cittadini, attirando l’attenzione di un pubblico presente e partecipe all’iniziativa.

Successivamente la carovana si è avviata verso il traguardo, posizionato nel parco sub- urbano, dove i partecipanti sono stati omaggiati di una maglietta in ricordo dell’evento.

La giornata è proseguita con un momento conviviale. Una formula, quella scelta dagli organizzatori, che si è rivelata di successo. “Iniziative di questo tipo – ha dichiarato il sindaco, Felice Borghese – servono a radicare nei cittadini il senso di appartenenza al proprio paese. Abbiamo strutture e spazi attrezzati ideali per manifestazioni  all’aria aperta, ed è giusto sfruttarle fino in fondo”.

Guarda invece oltre l’assessore allo sport, Francesco Nania: “ Con questa iniziativa abbiamo voluto testare il grado di partecipazione dei cittadini, ma il calore e l’entusiasmo con cui hanno aderito ci spinge non solo a voler replicare presto, ma anche a pianificare nuovi e più importanti eventi di questo genere. Lo sport può essere valorizzato anche con i pochi fondi a disposizione, bastano gambe e braccia forti, un pizzico di buona volontà e tanto amore per il proprio paese.”

(32)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *