L’Olanda chiude il Mondiale al terzo posto. Disastroso Brasile

221454777-abe86991-44d1-42e1-8eff-a6fd7c660297L’Olanda è meritatamente terza ai mondiali 2014. E’ l’ennesima bella incompiuta arancione: arrivare terzi senza aver perso una sola partita. Davvero un’impresa per Van Gaal, che proverà adesso a risollevare anche il derelitto Manchester United, essendosi accordato con la formazione che fino a qualche stagione fa dominava la Premier League ed ora è in grande crisi.

Ma gli occhi di questa finalina erano tutti su Brasilia e sul Brasile. La partecipazione popolare stavolta è commovente. Si tifa anche quando la partita si fa durissima, cioè subito. E la squadra? Fa peggio della semifinale. Tardiva la reazione di Scolari, neppure il rientrante Thiago Silva, al rientro, riesce a tamponare la falla. Anzi.

Van Persie dal dischetto (rigore procurato da Robben ma in realtà il fallo era fuori area), Blind e Wijnaldum i tre marcatori. La Seleçao più disastrosa della storia ha riabilitato perfino i protagonisti del Maracanazo, a 64 anni di distanza. Resta la magra consolazione che l’Italia, presto uscita di scena, non ha potuto raggiungere a quota cinque i verdeoro. L’Olanda delle incompiute resta invece malinconicamente, ancora una volta, ad un passo da un trionfo che almeno in parte avrebbe meritato. Si consola con l’ultimo gradino del podio, meritato non solo per il rotondo 3-0 al Brasile.

(32)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *