Basket-Serie A beko. Coppia d’assi per l’Orlandina: ingaggiati Mcgee e Campbell

due sitoOrlandina Basket ha sottoscritto un contratto fino al termine della stagione con Tyrus Mcgee, guardia statunitense, e Folarin Campbell, guardia/ala statunitense di passaporto nigeriano, provenienti rispettivamente dagli Eisbären Bremerhaven e dagli Mhp Riesen Ludwigsburg, club militanti nella massima serie tedesca. Mcgee, che indosserà la canotta biancazzurra numero 25, e Campbell, per lui è pronta la 42, saranno presentati nella conferenza pre Orlandina-Caserta di venerdì 6 marzo alle 16:30 presso la sala stampa “Di Noto” del PalaFantozzi.

Tyrus Mcgee è nato il 14 marzo del 1991 a Stringtown nello stato federato dell’Oklahoma, è una guardia di 188 cm per 90 kg con spiccate doti offensive, energica e veloce. Mcgee ha frequentato la Iowa State University, dove nell’anno da senior, il 2013, ha totalizzato 13.1 punti, 1.8 assist e 1.1 palle rubate nei 24 minuti di media in cui è stato impiegato. Tyrus ha mostrato al college le sue abilità come tiratore, ha chiuso, infatti, l’ultimo anno di carriera universitaria con il 46.4% dall’arco, percentuale che gli è valsa il titolo di miglior tiratore da 3 dello Stato, prima volta nella storia della Iowa State University. È stato anche premiato nel 2013 come miglior sesto uomo dell’anno nella Big 12 Conference e ha vinto l’Hampton Hotel’s 3-Point Contest. Il primo anno da Pro l’ha passato in Spagna nel Breogán Lugo nella Leb Oro dove ha viaggiato sui 13.6 punti, tirando con il 41.2% dai 6.75 m, conquistando 4.2 rimbalzi, fornendo 1 assist e recuperando 1.6 palle, nei 26 match di stagione regolare giocati con 25 minuti di media. Il Breogan Lugo grazie anche a Mcgee ha giocato i playoff promozione. Ha iniziato la stagione 2014/15 nella Beko-BBL tra le file degli Eisbären Bremerhaven, ha giocato 22 gare mettendo a referto 11.8 punti, tirando con il 37.6%, 3.7 rimbalzi e 3.1 assist.

Folarin Campbell è nato il 27 febbraio del 1986 a Lanham nello stato del Maryland (Stati Uniti), ma ha origini e passaporto nigeriano. È una guardia dal fisico possente in grado di ricoprire ottimamente anche lo spot di ala piccola, un giocatore eclettico capace anche di coinvolgere i compagni nelle manovre di gioco. Ha giocato per i George Mason Patriots in Ncaa, facendo stabilmente parte del quintetto titolare quando nel 2006, nel suo anno da sophomore, i Patriots sorpresero tutti e raggiunsero le Final Four Ncaa. Nell’anno da senior, invece, ha viaggiato sui 14 punti, 4 rimbalzi, 4 assist ad allacciata di scarpa e ha chiuso la carriera universitaria a George Mason classificandosi 4º per numero assist (392), 6º per canestri da 3 realizzati (163), 8º per punti totali (1545) nella storia dell’istituto. Ancora oggi unico giocatore con 1500 punti, 450 rimbalzi, 150 triple, 350 assist, 100 rubate e 50 stoppate. Dopo il college, l’Italia è stata la sua prima meta. A Rieti in A1 (2008/09): 11.1 punti e 2.4 rimbalzi di media nelle 30 gare giocate. Poi due anni in Germania a Quakenbrueck (2009/10) e a Bonn (2010/11), in cui ha potuto calcare anche i parquet dell’EuroChallenge. Nel 2011 torna in Italia in LegaDue per una breve parentesi a Casale Monferrato. Resta nella Penisola, va in Campania nella Pallacanestro Sant’Antimo in seconda serie (2011/12), lì vive la sua migliore stagione chiudendo con più di 15 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e 2 recuperate nei 26 match disputati. L’anno successivo vince la prestigiosa Lega Baltica con il Ventspils (Lituania) terminando le tre competizioni giocate, campionato ed EuroChallenge comprese, con oltre 10 punti e 5 rimbalzi. Una stagione fa era a Brindisi, con cui è arrivato alle semifinali di Coppa Italia e ha mantenuto nei 33 incontri di campionato le medie di 9 punti, 4 rimbalzi e 2 assist. Ha iniziato la stagione in corso coi tedeschi dell’ Mhp Riesen Ludwigsburg dove ha giocato sole sette gare (11.3 ppg e 3.5 rpg) per via di un infortunio alla spalla occorso nel mese di novembre, da cui è ora pienamente recuperato.

L’Orlandina, inoltre, ha posto sotto contratto Sedin Karavdic, ala grande/centro di 203 cm bosniaco con nazionalità slovena, classe 1995, e Anes Sahinovic, guardia tedesca di 190 cm, classe 1996. È passata dunque alla formula che comprende 5 italiani, 3 americani (Archie, Hunt e McGee) e 4 europei o cotonou (Henry, Campbell, Sahinovic e Karavdic).

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *