Messina. In 6 mesi oltre 16mila domande per il Reddito di Inclusione

Foto della campagna INPS sul Reddito di inclusione REIOltre 16mila domande presentate, in provincia di Messina, per ottenere il Reddito di Inclusione.

Il dato proviene dalla Cisl e dalla Fnp Cisl ed è stato presentato, il 19 luglio scorso, durante un convegno in occasione dell’anniversario della strage di via D’Amelio.

Il direttore dell’Inps, Marcello Mastrojeni, ha sottolineato la necessità di sinergia tra Comuni, Centri per l’Impiego ed Enti che si occupano dei requisiti: «Il ReI (abbreviazione di Reddito di Inclusione, ndr) necessita di collaborazione e, soprattutto in un contesto difficile come quello messinese, è una grande occasione per chi ha bisogno»

16.475 istanze, questo il numero impressionante di istanze – secondo quanto riportato da Mastrojeni – presentate in poco più di 6 mesi, da dicembre 2017 al 17 luglio 2018.

Per fornire un’adeguata assistenza l’INPS, a partire dal 2 luglio scorso, ha avviato un servizio di assistenza telefonica specialistica per accedere al Reddito di Inclusione.

«Non sono solo numeri freddi – ha aggiunto il segretario generale della Fnp Cisl Sicilia, Alfio Giulio – parliamo di persone che devono mettere a tavola il pranzo e la cena. E non parliamo degli anziani costretti a rinunciare anche alle medicine».

Sull’importanza dei servizi di natura sociale per aiutare i cittadini si è pronunciato anche l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Messina, Alessandra Calafiore, che ha annunciato per il prossimo 24 luglio la firma del contratto per gli assistenti sociali vincitori del bando del Comune di Messina.

«La mappatura dei bisogni è un passaggio chiave – ha sottolineato la Calafiore – il primo passo è capire qual è lo stato attuale così da comprendere come indirizzare gli investimenti futuri. Il mio lavoro, oggi, è di ricognizione e verifica perché vogliamo calibrare meglio l’offerta dei nostri servizi. I costi che affrontiamo sono consistenti, circa 18 milioni di euro annui, ed a questi deve corrispondere una reale soddisfazione dei cittadini».

(263)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *