Trischitta candidato sindaco di Messina: «Preferisco correre da solo che scendere a compromessi»

TrischittaIn tanti ieri si sono recati al Palacultura per ascoltare le parole con cui Pippo Trischitta si è ufficialmente candidato come sindaco di Messina. Dopo averlo fatto sui social network, infatti, l’attuale consigliere comunale ha deciso di ufficializzare la sua corsa a primo cittadino della città dello Stretto davanti ai messinesi.

L’incontro di ieri ha rappresentato un’occasione importante per Trischitta per raccontare la sua storia e il suo impegno per Messina. Non sono mancate le chiare frecciatine al suo avversario Cateno De Luca. «Io non sono di Fiumedinisi – ha sottolineato il candidato sindaco anche attraverso un video proiettato in sala. Io sono nato e cresciuto in queste zone». Ed è proprio dalla sua Contesse che Trischitta parte per raccontare il suo progetto per Messina che, attraverso il suo programma fatto di progetti semplici e pronti da realizzare, tornerà splendida.

Nelle parole di Pippo Trischitta, infatti, si legge una certa nostalgia della Messina del passato ed è proprio da lì, dalla sua storia che secondo il candidato sindaco bisogna ripartire. «Abbiamo una storia da valorizzare. Dobbiamo tornare indietro e ripartire dalle nostre radici per rendere migliore il futuro di questa città».

Una città troppo spesso rovinata, secondo Trischitta, dai personaggi della politica. Gli stessi personaggi che oggi fanno parte del suo partito ma con cui, sottolinea, di non voler aver nulla in comune.

«Preferisco correre da solo piuttosto che scendere a compromessi con persone che hanno già danneggiato Messina», afferma Trischitta. Dure, al riguardo, le parole rivolte al giovane Genovese: «Non potrei mai accettare, con la mia storia politica alle spalle, di sedermi al tavolo con Luigi Genovese e farmi dettare la linea politica».

Pippo Trischitta, quindi, corre da solo verso la poltrona di primo cittadino di Messina.

 

(242)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *