Porto Tremestieri. Ministero: “Pronta bozza di finanziamento”

tremestieriE’ in corso di ultimazione la ricognizione delle risorse disponibili ed è pronta la bozza per il decreto di finanziamento del Porto di Tremestieri, questo dichiara il Ministero delle Infrastrutture e dei Traporti dopo l’incontro che che si è svolto a Roma, in sede ministeriale, al quale hanno partecipato rappresentanti del Gabinetto del Ministero delle Infrastrutture e del Ministero dell’Economia e delle Finanze, oltre che del Dipartimento Protezione Civile Nazionale, della Regione Siciliana, del Provveditorato regionale Opere Pubbliche, del Comune di Messina, col sindaco Renato Accorinti e l’assessore ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola, e dell’Autorità Portuale, col presidente Antonino De Simone e il segretario generale Francesco Di Sarcina.

“Venerdì 16 ottobre – ha spiegato l’Autorità Portuale – sarà sottoscritto a Roma l’ultimo atto che consentirà di trasferire le somme interamente sull’opera”.

L’opera costerà 72 milioni di euro.La Regione ha dato conferma del proprio finanziamento per una somma pari a 20 milioni di euro, che va ad aggiungersi ai 15 milioni garantiti dall’Authority ed alla parte del mutuo da 35 milioni che il Ministero riuscirà a devolvere.

Le parti hanno convenuto sull’opportunità di organizzare un incontro tecnico interistituzionale per presentare il progetto dell’opera in tutte le sue parti; la riunione avrà come obiettivo la condivisione, ai massimi livelli amministrativi e tecnici, delle scelte progettuali adottate, anche alla luce degli studi che Amministrazione Comunale e Autorità Portuale hanno commissionato al Dhi (Danish Hydraulic Institute), al fine di avere la migliore garanzia per la realizzazione dell’opera.

Le modalità di approvazione del progetto (i poteri speciali) saranno affrontate e definite una volta concluso l’iter, che sta portando all’emissione del decreto di finanziamento. Nella riunione, il sindaco Accorinti ha nuovamente richiamato l’attenzione sull’importanza dell’Autorità Portuale della città che deriva anche dallo straordinario ruolo dello Stretto di Messina nell’economia dei trasporti nazionali.

(131)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *