Comune rischia fallimento. LabDem: “Serve nuovo Ragioniere Generale”

labdemIeri è stata recapitata una salatissima cartella esattoriale all’ufficio Ragioneria del Comune in merito a vecchi debiti maturali nel 2013 da Messinambiente con lo Stato e vari creditori, per un totale di ben 29 milioni di euro. La richiesta dell’Agenzia delle Entrate potrebbe causare il fallimento del Comune. Oggi LabDem Messina boccia l’ipotesi del super esperto per gestire il maxi pignoramento dell’Agenzia delle Entrate.

“Semmai, –commenta Luigi Beninati, responsabile settore economico-finanziario di LabDem Messina- il Comune avrebbe bisogno di un nuovo Ragioniere Generale. La sola via d’uscita è quella di portare in chiaro tutte le situazioni contabili a oggi non definite, intervenendo secondo la legge e affrontando i problemi, invece di continuare a prendere inutilmente tempo”.

“Rammento ancora una volta – continua – che l’eventuale dichiarazione di dissesto non sarebbe un atto politico ma una esigenza di legge qualora ne ricorrano i presupposti. Inoltre, la Procura Generale di Messina ha ritenuto che il default fosse palese fin dal 2009. Da allora è migliorata la situazione o è peggiorata?”

“Si possono fare i bilanci delle Partecipate con la nomina di un super esperto o è necessaria la volontà politica – chiede ancora Beninati -? Può un super esperto portare in Consiglio comunale i debiti fuori bilancio per il loro eventuale riconoscimento, inserendo di conseguenza in bilancio somme che determinano il deficit? “.

“Può un super esperto aprire un tavolo politico a Roma per discutere di come affrontare la crisi economica dell’Ente? – conclude il responsabile del settore economico-finanziario di LabDem Messina, Luigi Beninati -All’amministrazione Accorinti potremmo porre molte altre domande. Purtroppo ormai è tardi. Si perderanno solo altro tempo e denaro per problemi che hanno una sola lettura: legalità”.

(104)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *