Rugby – Per l’Amatori è ancora festa: Avezzano piegato 35-13

AMA-AVEZZANO1Nuovo successo per l’Amatori Rugby Messina, che nella prima partita disputata al campo di Sperone ha battuto 35-13 l’Autosonia Avezzano, ottenendo anche il punto di bonus con le quattro mete realizzate e conquistando così il quarto posto nella classifica di Serie B con 14 punti, soltanto tre in meno rispetto alla capolista Città di Frascati.

Momenti di apprensione nell’ultima fase del secondo tempo per l’infortunio occorso a Giovanni Milazzo: l’atleta, appena entrato in gioco, proprio in procinto della linea di meta è stato placcato da due avversari e nell’impatto col terreno ha rimediato un trauma cranico. Prontamente soccorso dai paramedici presenti e trasportato al vicino ospedale Papardo, è in buone condizioni ma dovrà restare fermo per circa un mese.

L’incontro è entrato nel vivo sin dal 7’, con il piazzato di Roberto Lanciotti dell’Avezzano. Andata a vuoto al 10’ per l’Amatori l’opportunità di guadagnare i primi punti, con un palo di Smith, il mediano d’apertura inglese ci riesce tre minuti dopo, centrando la punizione assegnata ai biancorossi. Al 18’ gli ospiti rimangono in quattordici in campo per dieci minuti, per il cartellino giallo a Giovanni Angelozzi. Ed è in assenza del tre quarti centro che i messinesi, dopo il piazzato di Smith al 19’, creano le condizioni per andare in meta: dapprima, ci prova Smith al 20’ con palla servita da Catania, ma viene placcato. Solo quattro minuti dopo Smith conquista l’ovale, elude gli avversari passando a Gorgone che serve Aimi, capace di liberarsi dalla morsa dei gialloneri e realizzare la prima meta, trasformata da Smith. Ancora due piazzati rispettivamente per l’Avezzano al 29’ e per l’Amatori al 33’. Si conclude il primo tempo con un parziale di 16-6.

La ripresa vede i padroni di casa ancora più risoluti. L’Amatori inizia a disorientare l’avversario, con una serie di azioni veloci, come quella finalizzata alla seconda meta: Santilano va incontro a Gorgone che apre e serve la palla a Brumana che va in meta al 9’. Il calcio di Smith questa volta non trasforma. Quindi un’altra meta di Gorgone al 14’, cui segue la trasformazione di Smith. Dopo dieci minuti c’è lo scatto d’orgoglio dell’Avezzano che conquista terreno con ripetute mischie e riesce a far meta con Ranalletta e la trasformazione di Lanciotti. I biancorossi cercano a tutti i costi la meta del bonus, sfiorandola al 30’ con Gorgone e al 38’ con Milazzo che rimane a terra infortunato. Dopo la pausa di cinque minuti per i soccorsi prestati all’atleta dell’Amatori, immediatamente questi, nella ripresa del gioco, incassano una meta di mischia firmata da Miduri e trasformata da Smith.

(57)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *