Sensibilizzare sulla disabilità con fiabe, temi e disegni. Gli incontri di Nemo Sud

fiaba nemoIl 7 marzo si è concluso il Seminario, ideato e promosso dal Centro Clinico Nemo Sud, dedicato alle classi 4 elementare dell’Istituto Comprensivo “Santa Margherita”. Al via il Concorso che chiude il Progetto “Una Fiaba per Nemo Sud”, il centro clinico sito al Policlinico, riferimento per i pazienti affetti da patologie neuromuscolari in tutto il Sud Italia.

Gli operatori del Centro hanno elaborato un progetto di sensibilizzazione alla disabilità rivolto alle   Istituzioni Scolastiche. Più in particolare le attività sono state pensate per le classi 4 elementare.  Primo Istituto “pilota” è stato il Comprensivo “Santa Margherita” con le 3 classi di Ponteschiavo, Galati Marina e Santa Margherita che il 21, 28 febbraio e 7 marzo, hanno incontrato gli operatori del Nemo Sud. 

«Questo è stato possibile — si legge in un comunicato — grazie alla sensibilità della Preside   dell’Istituto, la professoressa Laura Tringali; del vice preside, il professor Francesco Falcone; della professoressa Antonina Busà delegata al progetto». 

Nel corso del primo dei tre incontri previsti dal Seminario, agli studenti è stata donata una Fiaba inserita in un opuscolo informativo  contenente informazioni utili non solo all’alunno ma anche alla sua famiglia. La donazione degli opuscoli è stata possibile grazie al grande sostegno dato all’iniziativa dall’Azienda Caffè Barbera, amica del Nemo Sud sin dalla sua apertura ai pazienti.   

La Fiaba “I doni del Regno di Reya”, scritta da Letizia Bucalo e illustrata da Maria Irrera (Subversiva Adv), ha come protagonista Mirtigrappolo, una dolce fatina nata senza ali che suggerisce ai piccoli   lettori che “chi è differente è speciale”. 

I bimbi dell’Istituto Santa Margherita hanno avuto modo di seguire tre diversi incontri legati l’un l’altro dalla Fiaba e dallo scopo del Seminario: la sensibilizzazione al tema della disabilità. I piccoli alunni hanno infatti conosciuto parte dello staff clinico del Centro (medico, fisioterapista, infermiere, logopedista) rimanendo incuriositi e affascinati dalle loro professioni. Attraverso questo incontro hanno compreso quali difficoltà un disabile vive nel suo quotidiano; hanno conosciuto chi per il Centro si occupa di comunicazione e marketing, scoprendo come questa professione possa   essere utile; hanno letto insieme la fiaba e ne hanno compreso il significato.

Nel terzo incontro, hanno avuto modo di conoscere un team di psicologi i quali, attraverso la fiaba, hanno lavorato sulle emozioni che questa ha suscitato in loro. Il Seminario ha favorito l’integrazione e il confronto tra i ragazzi attraverso l’acquisizione di informazioni che gli hanno    consentito di comprendere meglio le necessità di chi è affetto da patologia neuromuscolare.

L’iniziativa ha offerto ad alunni e insegnanti un’opportunità di crescita e di confronto con la   disabilità.  A chiusura del Seminario ai bimbi sono state date due tracce per un tema che dovranno svolgere e al quale dovranno allegare anche un disegno. Le tracce sono naturalmente pensate per comprendere se gli argomenti trattati sono stati o meno recepiti dai piccoli alunni.   

Consegnati agli operatori del Centro venerdì 14 marzo, i temi e i disegni saranno per gli operatori del Nemo Sud spunto di riflessione e punto di partenza per altre eventuali iniziative future da realizzare per sensibilizzare i più piccoli sul tema della disabilità. Inoltre, verranno scelti due degli scritti che saranno premiati nel corso di un evento conclusivo.

L’evento si terrà venerdì 11 aprile, alle 10.15, nella   Biblioteca del plesso “Simone Neri” di Giampilieri Superiore.   

(414)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *