Presentato il progetto di promozione del volontariato “Io Volo. Io Volontario”

tn iovolontarioPresentato, questa mattina, in Conferenza stampa, nei locali dei Salesiani, il progetto “Io Volo. Io Volontario” sostenuto dalla Fondazione “Con il Sud”, con il CePAS come associazione capofila e come partner Avulss, Telefono Amico, Dipartimento economico “Pareto” (Università di Messina) e Oratorio Salesiano di Messina. Il Progetto intende valorizzare e potenziare la rete costituita tra le associazioni di volontariato Cepas, Avulss e Telefono Amico insieme con l’Oratorio Savio e il Dipartimento “W. Pareto” di Economia, Statistica, Matematica e Sociologia dell’Università di Messina, già esistente e attiva da diversi anni sul territorio, al fine di qualificare, motivare e dotare di nuovi strumenti e tecniche di servizio attivo i volontari già aderenti alle associazioni e di stimolare nei giovani il senso civico e la partecipazione attiva. Il Progetto prevede quattro momenti articolati e orientati alla formazione di volontari impegnati come presenza attiva nella città.

Se don Romeo, presidente del CePAS, ha sottolineato l’importanza del valore politico del volontariato, in qualità di spinta e forza innovativa che funga da stimolo per le istituzioni, Enza Sofo, vicepresidente CePAS, ha sottolineato «il valore della rete e dell’azione volontaria in sinergia, nell’ambito di un progetto che punta alla qualificazione del volontariato delle associazioni mediante azioni formative (prima azione), all’educazione all’ascolto (seconda azione), a giovani e volontariato (terza azione) e a promuovere l’integrazione di studenti italiani e immigrati abilitandoli alla partecipazione sociale e alla cittadinanza attiva attraverso processi di peer education (la quarta azione), ovvero educazione alla pari». Sull’importanza della collaborazione fra soggetti associativi diversi, per rafforzare la cultura del volontariato e l’impegno per far crescere le comunità, si sono soffermati anche Lo Jacono (Avulss) e Marino (Telefono Amico). Il volontariato rappresenta una condizione essenziale per «lo sviluppo della società civile e per il consolidamento della vita democratica» perché ha come base e fondamento la cultura della gratuità ed è orientato al raggiungimento dei principi di solidarietà e giustizia sociale, al rispetto dei diritti di ognuno e di tutti, alla cittadinanza attiva e responsabile.

(40)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *