disabili

Pagamento sosta disabili, Cittadinanzattiva scrive a Pizzino

Pubblicato il alle

4' min di lettura

disabiliCittadinanzattiva non ci sta alla determina del Comune che obbliga i disabili a pagare gli spazi personalizzati di sosta. Il gruppo ha scritto al dirigente alla Viabilità, Mario Pizzino. Questo il testo:

Egr. Ing. Pizzino,

in relazione alla Determina, da Ella recentemente emanata, che prevede che “Il costo relativo alla realizzazione ed alla manutenzione della segnaletica stradale, sia verticale che orizzontale, di individuazione e delimitazione dello spazio di sosta, nonché la relativa rimozione sono a totale carico del beneficiario”, la scrivente associazione di tutela dei cittadini le chiede di essere messa a conoscenza, in relazione all’adozione della stessa, sulla corrispondenza normativa e regolamentare, giacche’ ad oggi questa organizzazione ritiene che la disposizione, da lei emanata, sia in contrasto con la vigente normativa.

Infatti: 1) l’art. 188 del codice della strada e l’art. 381 del Regolamento di attuazione stabiliscono: “1° gli enti proprietari della strada devono ALLESTIRE e mantenere funzionali ed efficienti tutte le strutture per consentire ed agevolare la mobilità’ delle persone invalide. 5° Nei casi in cui ricorrono particolari condizioni di invalidità’ della persona interessata, il sindaco può, con propria ordinanza, assegnare a TITOLO GRATUITO un adeguato spazio di sosta individuato da APPOSITA SEGNALETICA indicante gli estremi del “contrassegno invalidi” del soggetto autorizzato ad usufruirne (fig. II.79/a). Tale agevolazione può essere concessa nelle zone ad alta intensità’ di traffico, dietro specifica richiesta da parte del detentore del “contrassegno invalidi”. Questi deve, di norma, essere abilitato alla guida e deve disporre di un autoveicolo;

2) L’art. 93 dello Statuto Comunale prevede l’adozione di appositi Regolamenti per l’erogazione e disciplina dei servizi comunali. L’art. 123 dispone che i Regolamenti “sono approvati entro e non oltre 120 giorni dalla data di entrata in vigore dello Statuto”;

3) Il Comune deve necessariamente avere, fra i Regolamenti adottati, approvati dal Consiglio Comunale, anche il “Regolamento per la concessione del contrassegno di parcheggio per invalidi e per l’istituzione dei parcheggi riservati”.

Se il Comune non ha adottato tale Regolamento, e/o se l’ha adottato, questi deve contenere la norma che il costo della segnaletica va posta a carico del beneficiario. Se manca il Regolamento e/o se manca tale norma nell’eventualità che il Regolamento ci sia, riteniamo che Ella, nella qualita’, abbia agito in contrasto della normativa vigente.

Siamo a conoscenza che la stragrande maggioranza dei tutti i Comuni d’Italia hanno adottato tale regolamento dove è inserito questo articolo: ”Oneri per la realizzazione e la manutenzione degli spazi sosta personalizzati per invalidi.- La spesa per l’istruttoria della pratica, nonché per la realizzazione e manutenzione dello stallo di sosta personalizzato è sostenuta interamente dal Comune.- Il Nucleo Viabilità curerà, inoltre, la puntuale manutenzione dei parcheggi realizzati e provvederà alla loro soppressione in caso di revoca dei posti sosta la cui concessione risulti scaduta.” Come spesso accade, in questa Messina dei record negativi, primeggiamo, ma non dove dovremmo. Le difficolta’ economiche finanziarie non posso scaricarsi sui cittadini e sarebbe stato equo e civile che anche l’amministrazione comunale di Messina avesse adottato una norma simile a quella sopra riportata.

Le chiediamo pertanto, a nome dell’associazione di CittadinanzAttiva – Tribunale del malato –, ma anche nell’interesse dei cittadini interessati di avere riscontro e di ricevere: a) copia del Regolamento per la concessione del contrassegno di parcheggio per invalidi e per l’istituzione dei parcheggi riservati; b) contestualmente le chiediamo (ritenendo che il regolamento ci sia) se il Regolamento pone a carico dell’utenza le spese per la installazione della segnaletica; c) qualora tale puntualizzazione non sia possibile, Le chiediamo la formale ed immediata revoca della disposizione, inserita nella determina dirigenziale da lei emanata, che prevede che “Il costo relativo alla realizzazione ed alla manutenzione della segnaletica stradale, sia verticale che orizzontale, di individuazione e delimitazione dello spazio di sosta, nonché la relativa rimozione sono a totale carico del beneficiario”. Si resta insieme alla cittadinanza in attesa di urgente riscontro Saluti

Andrea Cucinotta

 Vice segretario regionale

 CITTADINANZATTIVA SICILIA

(42)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.