Messina si accende di blu per la “Giornata Mondiale dell’Autismo”. 1 e 2 Aprile dedicati al tema

autismo2Ci sarà anche Messina tra le città nel mondo che il 2 aprile si accenderanno di blu per aderire alla Giornata Mondiale dell’Autismo.

Allo scoccare della mezzanotte la Madonnina del Porto, simbolo della città dello Stretto, sarà illuminata da una luce blu per tessere idealmente un filo che unisce migliaia di luoghi nel mondo nella sensibilizzazione verso questa patologia, che ancora oggi rappresenta una sfida aperta per la ricerca applicata al campo delle scienze mediche e cognitive.

Organizzatori dell’evento sono l’Associazione messinese delle famiglie di bambini autistici “La linea Curva-persone e autismo”, con l’importante sostegno del Cnr, Istituto di Fisiologia Clinica di Messina, del Dipartimento di Scienze Cognitive, della Formazione e Studi Culturali dell’Ateneo messinese-Csecs, e l’Associazione “Virtus Italia Onlus” di Roma in collaborazione con il Comune e la Provincia di Messina, con tutti gli ordini professionali della città, oltre ad altri enti ed associazioni di categoria.

La Giornata Mondiale rappresenta un momento di riflessione e consapevolezza in tutto il mondo; l’associazione “La linea Curva” e tutti i partner hanno voluto cogliere l’occasione per sollevare maggiore attenzione anche in Sicilia su una tematica così importante.

L’evento inizierà simbolicamente alla mezzanotte del 1º aprile con l’illuminazione di blu della Madonnina del porto di Messina, per continuare la mattinata successiva, mercoledì 2, al Teatro Vittorio Emanuele, con un Convegno Scientifico Internazionale; a seguire, nel pomeriggio, si terrà un incontro-dibattito tra specialisti e genitori. La manifestazione si concluderà la sera con lo spettacolo teatrale Andreuccio Fiordaliso e altre Storie dal Decamerone, realizzato in partnership dagli ordini professionali messinesi.

La raccolta fondi, che sarà effettuata in concomitanza all’evento, servirà per supportare importanti progetti per il futuro della diagnosi e della terapia clinica a partire da Messina, in particolar modo il progetto “Area”, un modello innovativo che aspira a integrare ricerca, pratica clinica e risorse del territorio in vista di un sensibile miglioramento della qualità della vita dei soggetti autistici e delle loro famiglie.

(46)

Categorie

Sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *