Fondi alle coop. ma ritardi nei servizi sociali

Pubblicato il alle

3' min di lettura

servizi socialiGià pronti i mandati per il pagamento per una somma complessiva di 827 mila euro da destinare alle cooperative che hanno presentato la documentazione in regola. E’ quanto emerso al termine di un incontro avvenuto questa mattina tra la delegazione della Cisl Funzione Pubblica, composta dal segretario generale Calogero Emanuele e i rappresentanti aziendali Mario Buzzai, Franco Bertuccelli, Rina Caruso, Silvana Sciarrone, Rosario Brigandi, Giusy De Luca ed Enza Ruggeri, con il capo di gabinetto, dott.ssa Loredana Sciglio. I pagamenti si riferiscono alle fatture relative ai mesi di ottobre, novembre e dicembre, oltre che per alcune, anche del mese di gennaio.

“L’emissione dei mandati – spiega Calogero Emanuele – sarà completata la prossima settimana quando dovrebbero aggiungersi anche i mandati di altre cooperative che stanno procedendo alla rettifica delle buste paghe presentate che presentavano alcune difformità”.

La delegazione della Cisl Fp è stata, successivamente, ricevuta dal dirigente del dipartimento dei servi sociali dott. Salvatore De Francesco con il quale è stata verificata la regolarità della documentazione prodotta dalle cooperative Nuova Presenza e Nuova Solidarietà, che hanno consegnato al Comune le buste paga dei lavoratori per consentire il pagamento diretto delle spettanze. Nella stessa giornata gli atti saranno trasmessi in Ragioneria per l’emissione dei mandati.

L’allarme della Cisl Fp, però, è per il servizio di assistenza domiciliare anziani. “Resta incomprensibile il forte e ingiustificato ritardo accumulato nell’avvio del servizio affidato alla cooperativa Europa – continua Emanuele – Malgrado i precisi accordi raggiunti lo scorso venerdì non si è ancora concretizzato il passaggio dei lavoratori. Dobbiamo ancora una volta rincorrere cooperative uscenti e subentranti e, quindi, ricercare le responsabilità per non penalizzare ulteriormente servizio e lavoratori”.

A questo punto, sottolinea la Cisl Fp, il Dipartimento Servizi Sociali potrebbe imporre alla cooperativa Europa la data di avvio del servizio che potrebbe essere fissata a lunedì 22 aprile.

“Un ulteriore ritardo – sottolinea il segretario generale della Cisl Fp – porterebbe a inevitabili manifestazioni di proteste da parte degli oltre 180 lavoratori interessati, compresi quelli del servizio assistenza disabili”.

Intanto domani, su richiesta del sindacato, si terrà un incontro all’Ufficio provinciale del Lavoro con il dirigente del Dipartimento Servizi Sociali e i rappresentanti delle cooperative uscenti Nuova Presenza, Nuova Solidarietà, Azione sociale, Faro 85, Europa e Alba.

“Non possiamo accettare – conclude Emanuele – che i lavoratori di Casa Serena debbano subire gli ulteriori ritardi nel pagamento della tredicesima mensilità e del conguaglio 2012. Sono lavoratori che hanno già dovuto subire la cassa integrazione da gennaio e che proprio oggi si è tenuto, presso l’Ufficio provinciale del Lavoro, un primo incontro per la cassa integrazione ai lavoratori di Casa Serena il cui accordo sarà ratificato mercoledì prossimo. Ci saranno anche qui – aggiunge Emanuele – ritardi e sarebbe opportuno che la cooperativa Azione Sociale si faccia carico dell’anticipazione delle somme di cassa integrazione come previsto dalla legge”.

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.