aereo Alitalia Reggio Calabria

Voli (per due) per la Sicilia a 1000 euro. Insorge la Regione: «Vergogna»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si avvicinano le vacanze estive e come di consueto i prezzi dei voli per la Sicilia aumentano a dismisura. Un incremento che, a detta di molti, non garantirebbe la continuità territoriale e influirebbe negativamente sul flusso turistico.

Diversi anni fa era emersa, a livello nazionale, una polemica proprio sul caro voli. La Regione Siciliana si era attivata per richiedere delle agevolazioni e delle tariffe scontate sul trasporto aereo per studenti, disabili e lavoratori fuori sede che viaggiano da e per la Sicilia, un iter che è stato poi concluso nel marzo 2021 su iniziativa del sottosegretario ai Trasporti Giancarlo Cancelleri.

Oggi, a quanto pare, il problema non è ancora stato risolto, ma la denuncia stavolta non è partita dai fuorisede, com’era accaduto in passato, bensì dalle istituzioni, che si sono fatte portavoce di un disagio che arriva a coinvolgere tutti, non solo gli studenti.

«Mi è arrivato un messaggio da un amico, dirigente Rai – ha dichiarato il vicepresidente della Regione Siciliana, Gaetano Armao, durante la conferenza stampa di presentazione della campagna “SeeSicily”, il progetto di promozione del turismo in Sicilia –: voleva venire in Sicilia dal 29 al 31 maggio ma per due biglietti aerei da Roma a Palermo Alitalia ha chiesto 993,62 euro. Se si spendono mille euro per venire in Sicilia dopo un anno e mezzo di pandemia tutto quello che stiamo facendo per risollevare l’economia e il turismo è inutile».

A commentare il caro voli per la Sicilia anche l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, che in merito ha detto: «È una vergogna, c’è un sistema che continua a penalizzare la Sicilia, ci sono compagnie aeree che fanno cartello, è chiaro e lo dobbiamo dire. Gli spazi ci sono, l’offerta c’è ma le compagnie non vengono in Sicilia, a parte il periodo estivo. C’è una situazione che non quadra, il ministero deve verificare. I collegamenti da Palermo e Catania con Roma Milano sono le tratte più frequentate, nonostante questo ci sono hub liberi. Non esiste da nessuna parte, solamente in Sicilia».

(171)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.