Il Comune cede ai privati la manutenzione degli impianti sportivi. Spese detratte

Celeste manto1Dove maggiore non può, minore ci pensi. Il Comune non ha i fondi per ristrutturare gli impianti sportivi e li chiede ai privati. Gli impianti in scadenza di contratto, di comodato o di concessione saranno ceduti per dieci anni in seguito a un bando di gara. A quel punto , allora, saranno i privati che ne avranno l’utilizzo a dovere adeguare le strutture a proprie spese e la cifra sarà detratta dagli oneri richiesti dal Comune.
È quanto annunciato dall’assessore allo Sport Sebastiano Pino,  durante la trasmissione Malalingua, condotta su Tcf da Emilio Pintaldi, in base a una dettagliata relazione stilata a gennaio dagli uffici del dipartimento Sport, firmata anche dal Sindaco.
Inoltre, saranno a rischio revoca le concessioni stipulate dalle precedenti amministrazioni, almeno quelle ottenute a basso costo, prima dell’entrata in vigore delle attuali disposizioni.
Contrariamente alla legge, che prevede per il Comune un rimborso del 36% sulle spese di manutenzione degli impianti, Palazzo Zanca non ne incassa nemmeno l’8%. I risultati, infatti, sono sotto gli occhi di tutti.

(766)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *