Esenzione Tari 2015, Barresi e Vaccarino: “Senza Bilancio non può partire il bando”

tariDa pochi giorni sono state approvate le nuove tariffe Tari per l’anno in corso, ma del bando per l’esenzione Tari del 2015 neanche l’ombra a causa della mancata stesura del bilancio previsionale e della relativa approvazione. E’ quanto denuncia il consigliere della III Circoscrizione Mario Barresi insieme al consigliere comunale Benedetto Vaccarino.

“L’enorme e anomalo ritardo del bilancio – precisano –  oltre a provocare i danni che sono sotto gli occhi di tutti, in merito all’applicazione del regolamento Tari, sta contravvenendo ai diritti che spettano ai disoccupati, a chi ha un reddito annuo non superiore a 7.500 euro, ai diversamente abili e agli ultra settantacinquenni. Pertanto, agli Assessori Eller Vainicher e Ialacqua volevamo ricordare che ulteriori scuse andrebbero rivolte proprio a questa grande parte di popolazione che a causa di lacune amministrative, non può esercitare un proprio diritto, nel momento in cui però i nuovi bollettini stanno comunque per essere predisposti”.

“Si acceleri – concludono Barresi e Vaccarino –  anche per questo altro importante motivo la stesura del bilancio previsionale 2015, che ormai ci relega quale unica e sola città d’Italia a non averlo fatto; si acceleri perché i diritti, specialmente quelli delle classi più svantaggiate, dovrebbero essere gestiti con più responsabilità e maggiore efficienza”.

(118)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *