rifiuti

Emergenza rifiuti. Gioveni: “Occorre presenza fissa dei Vigili urbani”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il modello di civiltà che i comuni di Villafranca Tirrena e Rometta stanno impartendo tramite il corretto svolgimento della raccolta differenziata, non sembra voler essere recepito dai messinesi. Da settimane molti concittadini che trascorrono le vacanze proprio nei comuni tirrenici preferiscono infatti fare qualche chilometro e gettare liberamente l’immondizia tra Ponte Gallo e Orto Liuzzo.  In questi luoghi la situazione è ormai a collasso. Intere cataste di rifiuti giacciono sul ciglio della statale 113, regalando uno spettacolo indecoroso ai tanti turisti che frequentano la zona.

Il consigliere comunale  Libero Gioveni interviene sulla questione chiedendo una maggiore presenza dei vigili urbani. “Occorre uno sforzo  da parte del Corpo dei vigili urbani – spiega –  a, in particolare degli agenti della sezione Nucleo Decoro, perché il fatto che, a partire da quest’anno in cui in questi comuni tirrenici hanno avviato questo nuovo sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti, i cittadini messinesi
nella loro TARI debbano pagare anche i costi del prelievo e dello smaltimento dei rifiuti provenienti da altri comuni, rappresenta davvero un pugno nell’occhio inaccettabile”.

Per tale ragione Gioveni  ha investito ufficialmente l’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua affinché, in questa fase delicata in cui tra l’altro l’intera città non sta mostrando purtroppo una bella immagine di sé per lo spettacolo indecoroso offerto dai quintali di immondizia, chieda formalmente al Comandante della Polizia Municipale Ferlisi di diramare un ordine di servizio che disponga un pattugliamento costante di agenti a tempo nel tratto fra Ortoliuzzo e Ponte Gallo.

(228)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.