Elezioni Regionali Sicilia 2022. Cateno De Luca: «Ho perso ma con Schifani non ci voglio avere a che fare»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Cateno De Luca ammette la sconfitta alle elezioni regionali in Sicilia e in diretta Facebook dalla sua Fiumedinisi commenta a caldo i numeri che arrivano da Palermo ma anche i risultati nazionali. E parte proprio da qui la sua analisi, dai dati positivi. «Abbiamo conquistato all’uninominale due collegi: un risultato straordinario per Camera e Senato. Noi oggi abbiamo nel Parlamento nazionale l’espressione della buona politica: Francesco Gallo e Dafne Musolino. Ringrazio Messina e i messinesi per questo».

Questi i numeri che hanno fatto:

  • Dafne Musolino (Sud chiama Nord) – 105.098 voti, 29,96% – (Sicilia U06, Messina).
  • Francesco Gallo (Sud chiama nord) – 58.226, 32,25% (Sicilia 02 – U06, Messina);

Cateno De Luca si è poi concentrato sul risultato delle Elezioni Regionali Sicilia 2022. «Questa competizione elettorale è stata impostata in un modo molto semplice: abbiamo girato oltre 220 comuni, ci siamo massacrati la vita per andare a svegliare la coscienza dei siciliani. O funziona o non funziona. Non ha funzionato, pazienza. Ma non si è mai verificato che un movimento di popolo facesse tremare il sistema.

Mi sono preso la responsabilità di tutta la strategia, ci ho messo la faccia e oggi è giusto che dica “ho perso”. Di questa campagna elettorale quello che mi rimane nel cuore è il coinvolgimento di tanti giovani: lo abbiamo fatto per loro e continueremo a farlo per loro».

Con Schifani nessuna alleanza

Poi l’ex sindaco di Messina si è rivolto a Renato Schifani, annunciando la non disponibilità a fare alleanze.

«Non so se Schifani avrà bisogno di numeri ma io con lui non ci voglio avere a che fare. Auguro a Schifani di farsi tutti e 5 gli anni, nel frattempo ci organizzeremo e avremo modo di far vedere ai siciliani cosa vuol dire la buona amministrazione. Ora dobbiamo creare comune per comune i nostri gruppi e partecipare alle prossime elezioni amministrative. Io non rinuncio al mio programma rivoluzionario per la Sicilia. 

«Adesso c’è un governo di centrodestra sia a livello nazionale che livello regionale – continua Cateno De Luca. Non si può augurare di meglio alla Sicilia. Mi auguro che questa congiuntura possa portare effettivamente benefici alla nostra terra».

Le parole al sindaco Basile e alla Giunta

L’intervento di Cateno De Luca a Fiumedinisi si è concluso con un invito al sindaco di Messina e alla sua squadra di assessori. «A voi dico non fate l’errore di adagiarvi, perché io ho passato il testimone nelle vostre mani e voi avete una grande responsabilità e se non sentite più la tensione che avete avuto quando siete scesi con me in campo, abbiate l’onestà di fare un passo indietro perché Messina non merita un abbassamento di tensione. Io mi sento responsabile per questa fase. Poi, alla prossima fase, quando le elezioni le vincerete voi da soli non mi permetterò mai più di dire una cosa del genere. Però sulla mia pelle, sui miei sacrifici e sulla mia storia non consento a nessuno di avere cali di tensione, perché è da disonesti».

 

 

(1075)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.