luigi genovese e alessandro de leo

Elezioni regionali, Luigi Genovese fuori dall’ARS. Entra Alessandro De Leo (Sicilia Vera)

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Luigi Genovese fuori dall’Assemblea Regionale Siciliana (ARS), dentro Alessandro De Leo: questo l’esito del procedimento ordinario riguardante le elezioni regionali 2022. A comunicarlo è stato il leader di Sicilia Vera Cateno De Luca, in diretta di fronte al Tribunale di Messina: «Con l’assegnazione di questo seggio – afferma – si chiude un’era politica che ha condizionato la città di Messina e alcune dinamiche regionali e nazionali».

Ancora nodi da sciogliere sui risultati delle elezioni regionali del 25 settembre 2022 in Sicilia. Tra le questioni aperte, quella sollevata da “Sud chiama Nord”, che aveva presentato alcune osservazioni riguardanti i dati comunicati dai Comuni alla Prefettura. A seguire il procedimento era stato l’avvocato Gaetano Majolino. L’ultima riunione dell’Ufficio Centrale Circoscrizionale, spiega, «ha determinato i voti di lista definitivi delle liste provinciali dopo aver esaminato i verbali di tutte le sezioni». Secondo quanto riportato da Majolino, sarebbero stati riscontrati «65.684 voti alla lista “De Luca sindaco di Sicilia” che le consentono di determinare 2 quozienti interi ed un resto di 14.340 voti utili ad assegnare il settimo seggio degli otto della provincia di Messina».

Quindi? Quindi per la lista “De Luca sindaco di Sicilia” scatta il terzo seggio e accanto ai deputati ARS Cateno De Luca e Giuseppe Lombardo si andrà a sedere anche Alessandro De Leo, attualmente consigliere comunale di Messina. Con il suo ingresso esce Luigi Genovese, della lista di centrodestra, a sostegno di Renato Schifani, Popolari e Autonomisti.

A commentare, il presidente di Sicilia Vera, Giuseppe Lombardo: «Siamo stati sempre fiduciosi – sottolinea – dell’esito conseguito oggi perché avevamo già verificato tutti i dati riportati nelle copie dei verbali che abbiamo richiesto a tutti i 108 comuni della provincia. Dovevamo aspettare solo ufficialità da parte dell’ufficio competente. Ufficialità arrivata oggi (ieri, ndr) che premia ancora una volta il lavoro svolto in questa competizione elettorale».

Soddisfatto Alessandro De Leo: «Ringraziamo il seggio centrale per il lavoro svolto – dichiara –, che ha permesso di rispettare la volontà degli elettori che vogliono essere rappresentanti da noi all’interno del parlamento. Questa è la vittoria di tutti i cittadini messinesi e della provincia. Sono orgoglioso di poter rappresentare all’Ars la nostra gente e le istanze del territorio».

Ma al di là dell’estromissione dall’ARS di Luigi Genovese, già deputato nella scorsa legislatura, la vicenda segna un altro fatto politico rilevante, riguardante la città di Messina. Con l’ingresso all’ARS di Alessandro De Leo, consigliere comunale eletto tra le liste del sindaco Federico Basile, tra i favoriti per il ruolo di presidente del Consiglio Comunale che sarà lasciato vacante nei prossimi giorni da Cateno De Luca, si riapre la questione su chi svolgerà il ruolo all’interno del Civico Consesso. Tra i favoriti i “veterani” d’Aula, eletti con Sicilia Vera, Serena Giannetto e Nello Pergolizzi, già presidente vicario.

(1361)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.