stefania prestigiacomo e ismaele la vardera

Elezioni, Prestigiacomo: «Voti inutili alle liste di De Luca». Replica La Vardera

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Botta e risposta tra l’ex parlamentare Stefania Prestigiacomo e il portavoce di Sicilia Vera, Ismaele La Vardera. All’indomani del voto per le elezioni politiche 20220, l’ormai ex deputata ha infatti commentato i risultati definendo «inutili» e «buttati via» i voti dati nella sua circoscrizione ai candidati legati a Cateno De Luca. Non è tardata la replica: «La Parlamentare ora per non rimanere disoccupata andrà molto probabilmente a fare l’assessore nella giunta Schifani».

Non sono mancate le polemiche nel corso di quest’ultima tornata elettorale. Se da un lato Cateno De Luca non è riuscito a diventare presidente della Regione Siciliana, battuto dal candidato del centrodestra Renato Schifani, dall’altro ha portato al Parlamento nazionale due dei suoi candidati, Dafne Musolino e Francesco Gallo, ottenendo comunque non pochi voti sul territorio.

A commentare è stata l’ex deputata ed ex Ministro delle Pari Opportunità Stefania Prestigiacomo che, in un lungo post ha dichiarato: «Nella mia circoscrizione sono stati determinanti i consensi del messinese Cateno De luca che in Sicilia orientale ha preso da solo il 17% dei voti. In Sicilia occidentale il 7%. Peccato tantissimi voti del tutto inutili, buttati via. Voti contro più che voti per costruire».

La Vardera: «Da Prestigiacomo parole sprezzanti per la democrazia»

Non è tardata la replica proveniente dalle file di Sicilia Vera: «Leggiamo con stupore – ha commentato il portavoce del movimento, Ismaele La Vardera – le parole dell’ormai ex onorevole Prestigiacomo, che ha dichiarato all’Agi che i voti della gente attribuiti al nostro movimento sarebbero stati “voti sprecati, buttati via”. Parole che sono sprezzanti della democrazia stessa, come si può definire un voto sovrano, attribuito ad una forza politica, voto sprecato?».

Poi la stoccata: «Comprendiamo il disappunto della Prestigiacomo – prosegue – che adesso, dopo avere per quasi trent’anni, fatto la Parlamentare ora per non rimanere disoccupata andrà molto probabilmente a fare l’assessore nella giunta Schifani. Non permettiamo a nessuno di offendere i nostri elettori. Se i siciliani hanno scelto di dare oggi fiducia a Cateno De Luca è perché riconoscono al leader di Sicilia Vera un ruolo di rilevanza nella scena politica attuale, simbolo della buona amministrazione».

Ma a commentare e replicare alle parole dell’ex deputata di Forza Italia è anche la candidata di Sicilia Vera e già assessore a Ragusa, Maura Fontana: «L’Onorevole Prestigiacomo – scrive in una nota – conferma la distanza dalla realtà della Sua terra. Rassicuriamo l’Onorevole Prestigiacomo che i voti dati a Cateno De Luca e alle sue liste non solo non sono persi ma sono e saranno la base di un movimento che ha già coinvolto migliaia di persone e che è destinato a crescere perché fondato sui principi da tempo dimenticati della coerenza, della lealtà, dell’onestà e della buona politica».

«Personalmente – conclude –, ho scelto per la prima volta di candidarmi perché ho intravisto, finalmente la chiarezza e la determinazione che porteranno questa terra alla svolta, se non oggi, alla prossima tornata elettorale, passando dai vari appuntamenti per le amministrative, e desidero per me e per i nostri figli, essere parte attiva di questo cambiamento».

(895)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.