franco de domenico, federico basile

Basile deciso sulla Fondazione Messenion, De Domenico: «Ennesima e inutile partecipata»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La fondazione Messenion si farà, almeno secondo il volere del sindaco di Messina, Federico Basile, che pochi giorni fa ha ripescato la delibera proposta a suo tempo dalla Giunta De Luca e bocciata dal Consiglio Comunale. A contestare questa decisione è innanzitutto il segretario cittadino del Pd, candidato alle scorse elezioni amministrative, Franco De Domenico: «È l’ennesima e inutile partecipata».

Lo scorso 21 giugno, in occasione di una manifestazione organizzata per la Festa della Musica, il Primo Cittadino aveva tirato fuori dal cassetto Messenion, la fondazione di partecipazione che l’amministrazione De Luca voleva creare insieme alla Città Metropolitana l’obiettivo di promuovere la cultura e lo spettacolo. Approdata in Consiglio Comunale, però, la delibera che l’avrebbe dovuta istituire è stata bocciata dall’Aula. A commentare la questione, Franco De Domenico.

Per il sindaco Federico Basile, la Fondazione Messenion: «È stata abbattuta dal Consiglio Comunale senza motivo, perché non se ne è compreso il contenuto forse né lo spirito. È un atto che verrà riproposto perché è un elemento importante legato al brand Messina, al progetto Messina città della musica e degli eventi, che ha una grossa dotazione finanziaria e che deve fare ripartire la cultura e lo spettacolo in questa città che ha voglia e ha sete di riprendersi».

Del parere diametralmente opposto il segretario del Pd di Messina e candidato sindaco alle scorse elezioni amministrative, Franco De Domenico: «Parlare di apertura e poi come primo atto riproporre la fondazione Messenion significa non voler tenere conto della volontà popolare espressa dal Consiglio Comunale non è un modo per iniziare un dialogo». D’altronde, la sua opinione sull’argomento l’esponente del centrosinistra l’aveva già espressa sui social, dove aveva definito Messenion l’«ennesima e inutile partecipata».

La decisione, in ogni caso, la prenderà il prossimo Consiglio Comunale che, anche in base alla conformazione che prenderà, potrebbe valutarla diversamente dal precedente.

(472)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.