Iscrizioni on line. Attivo lo sportello di consulenza della Flc Cgil in supporto alle famiglie in difficoltà

Pubblicato il alle

3' min di lettura

scuola-300x225Al via, ormai da qualche giorno, le iscrizioni al nuovo anno scolastico. La rivoluzione informatica “colpisce” anche quest’ambito e come tutte le novità porta con sé caos e confusione in molte famiglie che trovano difficoltà a compiere l’operazione di iscrizione seguendo le nuove regole. Pertanto, gli alunni che inizieranno il primo ciclo di elementari, medie e superiori dovranno obbligatoriamente seguire le procedure online. I genitori potranno accedere sul sito del Miur, all’applicazione «Scuola in Chiaro», dove troveranno le informazioni su tutti gli istituti. Una volta effettuata la scelta, dovranno annotare il codice della scuola e inoltrare la domanda, entro il 28 febbraio, registrandosi al servizio «Iscrizioni on line», attivo tutti i giorni 24 ore su 24. A stabilire questo percorso obbligato è il decreto legge 95/2012 sulla «razionalizzazione della spesa pubblica». Per dare sostegno e supporto alle famiglie che avessero difficoltà con le nuove procedure di iscrizione scolastica online la Flc Cgil ha attivato nella sede di Messina di via Peculio Frumentario, Camera del Lavoro, 2° Piano, uno Sportello di consulenza, attivo il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 17.00 alle 19.00. «Le iscrizioni sono un momento importante per la scuola e per le famiglie perché si rinnova un patto tra Stato e cittadini relativo al diritto all’istruzione, sancito nella nostra Costituzione. Come tale va curato e garantito per tutti ─ spiega Graziamaria Pistorino, segretario generale della Flc Cgil ─. Per queste ragioni la Flc Cgil offre alle scuole e alle famiglie uno sportello specifico di informazione e consulenza». Affinché la digitalizzazione non si traduca in esclusione, discriminazione o riduzione della facoltà di scelta da parte di genitori e studenti, la Flc Cgil nazionale ha inviato al MIUR una nota urgente con la quale chiede di eliminare dal sistema alcune criticità. Inoltre, per favorire l’approfondimento dei nuovi ordinamenti e dei percorsi che possono essere attivati da parte di famiglie e operatori della scuola, il sindacato organizza due seminari dedicati alle nuove offerte formative: il 23 gennaio all’I.C. “Pascoli-Crispi” alle 10.00, approfondimento sulla predisposizione dei corsi a indirizzo musicale per la scuola secondaria di I grado e dei nuovi Licei Musicali, indirizzo della secondaria che non è ancora presente in provincia di Messina, sebbene ne sia stata avviata l’attivazione al Liceo “Ainis”. Il 24 gennaio, invece, nei locali del Liceo Artistico “Basile” dalle 11.30 alle 16.00, si articolerà una intera giornata seminariale su organici e offerta formativa dei Licei Artistici, che vedrà la partecipazione di Dirigenti, Docenti e Personale Ata delle quattro istituzioni scolastiche d’arte della provincia: Messina, Milazzo, Capo d’Orlando e S. Stefano di Camastra. L’intento è quello di avviare percorsi formativi di qualità, «compito della scuola ─ dice Pistorino ─, ma è indispensabile che la politica sappia tracciare le prospettive sociali ed economiche perché l’arte, la musica e la conoscenza in genere rappresentino per il nostro paese e per il nostro territorio una risorsa di sviluppo».

(63)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.