Fumata nera per l’aumento orario dei precari comunali. Lunedì nuova assemblea di Cisl e Uil

precari comuneDoveva essere oggi il giorno del provvedimento con l’aumento delle ore di lavoro dei 296 precari comunali. Ma l’integrazione oraria, dalle attuali 18 a 35, non è arrivata. Le Funzioni Pubbliche Cisl e Uil hanno deciso di convocare un’assemblea per lunedì prossimo a Palazzo Zanca dalle 9 alle 11,30. All’incontro, oltre ai rappresentanti sindacali, sono stati invitati il sindaco Accorinti, l’assessore al Personale Nino Mantineo, il direttore generale Antonio Le Donne e il ragioniere generale Antonio Cama. Lunedì scorso gli assessori alle politiche del personale, Nino Mantineo, e all’urbanistica, Sergio De Cola, e il segretario generale, Antonio Le Donne, nel corso di una conferenza stampa presenti tra gli altri il dirigente del dipartimento risorse umane, Giovanni di Leo, ed il funzionario del medesimo ufficio, Sebastiano Ponzù, avevano illustrato i temi relativi alla stabilizzazione ed all’integrazione oraria dei lavoratori precari del Comune di Messina, a seguito di un incontro avvenuto con le RSU ed i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti. “L’Amministrazione comunale, sin dal giorno del suo insediamento, – aveva dichiarato Mantineo – ha dimostrato grande attenzione e sensibilità alle problematiche di tutti i lavoratori, compresi i precari comunali, perché ritiene fondamentale ed indispensabile la salvaguardia del posto di lavoro, comprendendone il disagio economico. L’atto deliberatorio, finalizzato al rinnovo dell’integrazione oraria, è stato sospeso in seguito ad una nota del Collegio dei Revisori relativa all’ipotesi di sforamento del tetto di spesa. La riunione appena conclusa invece è stata l’occasione propizia per confrontarci e stabilire un percorso comune al fine di adottare le soluzioni più opportune”. Il segretario generale, Antonio Le Donne, aveva aggiunto che: “E’ stata individuata una piattaforma condivisa nel rispetto di una corretta interpretazione delle norme nazionali e regionali, per salvaguardare l’integrazione oraria e proiettare il Comune di Messina alla progressiva stabilizzazione dei 296 precari. Ci sarà un ulteriore incontro con il Collegio dei Revisori e, in caso di esito positivo, ritengo che il provvedimento per l’integrazione oraria potrebbe arrivare in Giunta in occasione della seduta di giovedì 6”. Cisl e Uil, oggi pomeriggio, hanno dichiarato che non c’è nulla proclamando l’assemblea per lunedì prossimo. @Acaffo

(51)

Categorie

Lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *