Due siciliani e un calabrese vincono il World Architecture Festival di Singapore

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Premiazione-Stefano-420x315«Eccellente esempio di un design che è sia fortemente contestualizzato sia molto all’avanguardia. Il progetto è stato presentato con ammirevole chiarezza e delle visualizzazioni di primo ordine. Progettato in maniera estremamente matura e anche con un approccio che mette l’uomo al centro del progetto». Con questa motivazione, la giuria del World Architecture Festival di Singapore, il più grande evento di architettura del mondo, ha decretato la vittoria di Stefano Nastasi (di Milazzo), Daniele Petralia (da Catania) e Daniele Pronestì (da Polistena), studenti al III anno della Facoltà di Architettura di Ferrara per il loro progetto dal titolo “Nel cuore dell’architettura rinascimentale”. La loro idea consiste nella riqualificazione di un’area industriale dismessa di Ferrara, inserendo una struttura museale a forma di “diamante” per richiamare le caratteristiche della facciata di uno dei palazzi più celebri della cittadina, il Palazzo dei Diamanti appunto. Nel final contest (36 ore di progettazione a Singapore), il team ha superato prestigiose università come la Bahcesehir University di Istanbul, Turkey, la Chinese University of Hong Kong e l’University College Dublin, Ireland per ‘Building Mountain’. I tre studenti avevano già vinto precedentemente il premio internazionale bandito dall’Università di Siracusa denominato “Il messaggio di Archimede”. 

(67)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.