Gli operai di Deng Guohong in mostra al Comune di Messina

Gli scatti del fotografo cinese Deng Guohong saranno in mostra al Comune di Messina fino al 3 maggio. La curatrice dell’evento Laura Scaringella: «L’intento di Deng è quello di valorizzare l’aspetto umano degli operai della Mongolia Interna».

Human Structures – personale di fotografia di Deng Guohong

Si intitola “Human Structures”, la personale di fotografia di Deng Guohong inaugurata al Comune di Messina. Dieci scatti che raccontano la vita degli operai – di un fabbricato di semilavorati del carbone – della Mongolia Interna. «Deng Guohong – racconta la curatrice Laura Scaringella – vive e lavora a Pechino. Dal 2014 ha iniziato questa ricerca fotografica nella Mongolia Interna, passa praticamente 365 giorni in questa fabbrica».

Una fabbrica – come si intuisce dagli scatti – collocata in un contesto semi-deserto. «I lavoratori lavorano 24 ore su 24. Hanno un rapporto molto intenso tra di loro e l’intento di Deng era quello di ridare dignità agli operai e al contesto – abbastanza tradizionale – in cui operano». Deng Guohong trasforma gli operai in supereroi, avvolti dalla nebbia e definiti da luci non costruite.

Deng Guohong in mostra a Palazzo Zanca

Le fotografie di Deng Guohong saranno in mostra a Palazzo Zanca fino al 3 maggio. «Dopo Roma, Messina è la seconda tappa della mostra. Il focus dell’esposizione è duplice; da una parte si vuole evidenziare l’architettura della fabbrica, che dalle foto di Deng appare irreale e quasi metafisica, e dall’altra parte – in modo particolare – mettere in risalto l’elemento umano. Qui ne sono esposte solo 10 ma sarebbe interessante presentare tutto il progetto (25 scatti), perché c’è uno studio anche sulle fotografie in bianco e nero. Deng fa un lavoro quotidiano che però non è documentaristico. Scatta cogliendo l’attimo, questo mi ha colpito molto».

Da Pechino a Messina

Gli operai di Deng Guohong arrivano a Messina grazie ad Alex Caminiti – esperto del Sindaco per l’arte contemporanea – e il suo incontro con Laura Scaringella, curatrice della mostra. «Con Deng ci siamo conosciuti lo scorso anno, mi ha parlato di questo progetto e siamo partiti alla volta di Pechino. Da Pechino abbiamo fatto 4 ore di viaggio in macchina e siamo arrivati in quella che viene definita Mongolia Interna. È stato molto intenso perché si capisce dagli sguardi che tra Deng e gli operai c’è un rapporto di confidenza. Il centro abitato più vicino è a un’ora di macchina. Quindi queste persone vivono praticamente in fabbrica. A Messina siamo arrivati grazie ad Alex Caminiti che aveva visto “Human Structures” a Roma e ha sposato il progetto, proponendomi di venire qui in città». Dopo Messina, le opere di Deng Guohong verranno esposte a Catania all’interno di una collettiva, il prossimo 19 marzo.

“Human Structures” in esposizione a Palazzo Zanca fino al 3 Maggio 2020:

  • dal lunedì a venerdì dalle 08.30 alle 13.15;
  • martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.45.

 

 

 

 

(92)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *